Quantcast
Aiuti

Covid, dalla Regione oltre mezzo milione di ristori per i comprensori sciistici della Liguria

Contributi anche per Santo Stefano d'Aveto, serviranno a compensare la mancata apertura al pubblico durante l'ultima stagione

Generica

Genova. La giunta regionale della Liguria, su proposta dell’assessore al lavoro e turismo Gianni Berrino, ha approvato oggi la delibera per i contributi a fondo perduto destinati alle imprese turistiche operanti nei comprensori sciistici di Santo Stefano D’Aveto e Monesi (Triora e Mendatica).

La misura, che prevede l’assegnazione di ristori economici per oltre 570 mila euro, è finalizzata al superamento della crisi economica derivante dagli effetti della pandemia che ha determinato un danno economico per le imprese dovuto alla mancata apertura al pubblico della stagione sciistica invernale 2020/2021.

Le aziende interessate possono in alternativa scegliere per un contributo forfettario a fondo perduto pari a 3mila euro oppure una percentuale del 60% della differenza positiva tra il fatturato e i corrispettivi del periodo compreso tra novembre 2018-aprile 2019 e novembre 2020-aprile 2021.

“Sono molto soddisfatto che anche le imprese dei comprensori sciistici siano all’interno di questa misura economica. Una boccata d’ossigeno per i territori montani che più di altri hanno patito le conseguenze della pandemia. Vogliamo dare loro un aiuto concreto e sostenerli in vista della tanto sospirata riapertura della prossima stagione invernale”, afferma l’assessore Berrino.

leggi anche
Generica
Attesa
Impianti sciistici, a Santo Stefano d’Aveto pronti ad aprire: “Ma per una settimana sarebbe una beffa”