Covid, dal Cts il via libera per aumentare la capienza in stadi, cinema e teatri. Niente di fatto per le discoteche - Genova 24
Passaggio

Covid, dal Cts il via libera per aumentare la capienza in stadi, cinema e teatri. Niente di fatto per le discoteche

Per gli impianti sportivi all'aperto si potrà arrivare fino al 75%, mentre per le arene teatrali al 100% della capienza

Teatro Nazionale

Genova. Dopo una riunione durata quasi tre ore, sono arrivate la scorsa notte le nuove direttive del Cts per quanto riguarda lo sport e lo spettacolo: per gli impianti sportivi all’aperto la capienza passerà dal 50% al 75%, mentre per quelli al chiuso dal 25% al 50%. Per quanto riguarda cinema e teatri, si arriva al 100% all’aperto ed all’80% al chiuso.

Restano ovviamente in vigore le altre norme relative alla pandemia, per cui gli spettatori dovranno essere muniti in ogni caso di green pass. Il Comitato ha così risposto ai quesiti posti dal ministro della Cultura Dario Franceschini e dal sottosegretari con delega allo Sport, Valentina Vezzali. Sarà ora il Governo a decidere in che modi e tempi tradurre le indicazioni degli esperti in un provvedimento di legge. Il Consiglio dei ministri dovrebbe riunirsi già domani, mercoledì 29 settembre.

Ancora nulla di fatto, invece, per le discoteche: non è stata esaminata la richiesta arrivata dal ministero dello Sviluppo economico di verificare la possibilità di riaprire le discoteche. Il Comitato ha ritenuto possibile un allentamento delle misure “sulla base dell’attuale evoluzione positiva del quadro epidemiologico e dell’andamento della campagna vaccinale”. Ma, sottolinea il portavoce Silvio Brusaferro, è opportuna “una progressione graduale nelle riaperture, basata sul costante monitoraggio dell’andamento dell’epidemia combinato con la progressione delle coperture vaccinali nonché degli effetti delle riaperture stesse”.

Per quanto riguarda gli eventi sportivi, il Cts raccomanda che “la capienza negli impianti debba essere rispettata utilizzando tutti i settori e non solo una parte al fine di evitare il verificarsi di assembramenti in alcune zone e che siano rispettate le indicazioni all’uso delle mascherine chirurgiche e ci sia la vigilanza sul rispetto delle prescrizioni”. L’indicazione per teatri, cinema e sale concerti potrà essere rivista nell’arco del prossimo mese. Il Comitato invita anche in questo caso a “rispettare le indicazioni all’uso delle mascherine durante tutte le fasi degli eventi”, nonchè a porre “massima attenzione alla qualità degli impianti di aereazione”, con la vigilanza sul rispetto delle indicazioni.

“Credo – ha spiegato il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, come riportato dall’Ansa – che arriveremo a togliere la quarantena ai vaccinati passando per una ulteriore riduzione. E’ un momento di transizione questo, le cose stanno andando molto bene, osserviamo ciò che accadrà nelle prossime settimane come i contagi dopo aver riaperto tutto, comprese le scuole. Poi penso che sia auspicabile e di buonsenso liberare chi è vaccinato dalle quarantene”. Se non si fa subito, ha sottolineato, “è perché vi è sempre il rischio di varianti”.

leggi anche
bassetti
"troppo poco"
Bassetti: “Bisognava riaprire gli stadi al 100% ma solo per i vaccinati con due dosi”
Generico settembre 2021
Schiarita
Il presidente dell’ordine dei medici: “Sì alla riapertura totale, ora pensiamo al post Covid”