Allarme

Bovini da carne, Coldiretti: “Grave crisi del comparto, serve tavolo di confronto con la Regione”

Per valutare ed individuare possibili strategie ed oggettivi sostegni economici all'intero settore: "La situazione non è più rinviabile"

Mucche zootecnia allevamento

Liguria. “Il settore bovino da carne sta attraversando una crisi estremamente pesante per cui si sta mettendo in forte rischio la sopravvivenza delle imprese con conseguenze disastrose sia per gli addetti diretti e le loro famiglie, sia per l’indotto generato, ma anche per l’ambiente e per il territorio che rischia di perdere chi per primo si occupa del suo mantenimento”.

È quanto evidenziano il presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il delegato confederale Bruno Rivarossa nell’inviare una lettera ufficiale al vicepresidente della Regione e assessore regionale all’Agricoltura, Alessandro Piana,  per richiedere, con urgenza, la convocazione di un tavolo di confronto per poter valutare e individuare possibili strategie e oggettivi sostegni economici all’intero settore, anche facendo ricorso a risorse nazionali ed europee.

“La situazione non è più rinviabile  – continuano Boeri e Rivarossa – e necessita di particolare attenzione e di specifici interventi per garantire la tenuta economica e reddituale delle imprese coinvolte che, oltretutto, stanno già sopportando gli aumenti delle materie prime per l’alimentazione con la soia che registra un più 80% ed il mais un più 50% rispetto all’anno scorso”.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.