Bassetti: "Bisognava riaprire gli stadi al 100% ma solo per i vaccinati con due dosi" - Genova 24
"troppo poco"

Bassetti: “Bisognava riaprire gli stadi al 100% ma solo per i vaccinati con due dosi”

"Mascherina e distanze? Se si entra al 50% non servono, nel caso aprissero al 100% servirebbero"

bassetti

Genova. Riguardo alla riapertura degli stadi al 75% e dei palazzetti al 50%, “secondo me il Cts è andato con i piedi di piombo, vuole andare a step. A mio avviso tutto si sarebbe dovuto riaprire al 100%, ovviamente solo per le persone che avevano avuto due dosi di vaccino, il problema oggi riguarda solo chi non è vaccinato con doppia dose”.

Così il direttore della clinica di malattie infettive del policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti, intervenendo a Radio Punto Nuovo.

“Non avrei mai raccomandato un tampone ogni 72 ore, è stata una richiesta che non avrebbero dovuto accettare – ha aggiunto -. Per quanto riguarda la distanza e la mascherina negli stadi se si entra al 50% non servono, nel caso aprissero al 100% servirebbero. Penso che il green pass tramite il tampone sia inutile, il certificato verde lo deve avere unicamente chi ha avuto la doppia dose di vaccino”.

“Chi non si vaccina è un delinquente? Io credo che chi consiglia di non vaccinarsi senza motivi validi sia un cattivo esempio per il nostro Paese che ha investito tanto per liberarci da questa pandemia e alla persona che lo consigli di fare – ha concluso Bassetti -. Non li definirei delinquenti, per me sono ignoranti. Ignorano i benefici che si possono trarre da una semplice vaccinazione e se un medico consiglia questo non può essere definito tale”.

Più informazioni
leggi anche
Teatro Nazionale
Passaggio
Covid, dal Cts il via libera per aumentare la capienza in stadi, cinema e teatri. Niente di fatto per le discoteche
Generico settembre 2021
Schiarita
Il presidente dell’ordine dei medici: “Sì alla riapertura totale, ora pensiamo al post Covid”