Bando Asl3, Fials: "Assumere tutti i 43 infermieri in graduatoria sui 34 posti previsti" - Genova 24
Lavoro

Bando Asl3, Fials: “Assumere tutti i 43 infermieri in graduatoria sui 34 posti previsti”

"È noto che la carenza di Infermieri in Asl 3 supera le 250 unità ed è altrettanto noto che questa azienda ha 118 deroghe assunzionali approvate dalla Regione Liguria"

oss sanità infermieri ospedale

Genova. “Non lasciare fuori nessuno, assumere tutti i 43 infermieri in graduatoria” esordiscono così Mario Iannuzzi e Anna Maria Spiga della segreteria Fials Asl3 in riferimento al bando di Asl3 finalizzato all’assunzione di 34 infermieri.

E continuano: “Ci risultano 43 candidati idonei a fronte dei 34 posti messi a bando, con riferimento alla determina n. 444 del 23.08.2021 “Approvazione graduatoria “Avviso Pubblico per soli titoli, per assunzione a tempo determinato di 34 unità di C.P.S. Infermiere – Cat. D – ai sensi dell’art. 2 ter del D.L. 17/3/2020, n. 18, “Cura Italia” convertito, con modificazioni, in L. 24/4/2020, n. 27 prorogato dall’art. 1 c. 423 – Legge n. 178/2020”, indetto con deliberazione n. 367 del 08/07/2021”.

E ancora, Iannuzzi e Spiega affermano: “È noto che la carenza di Infermieri in Asl 3 supera le 250 unità ed è altrettanto noto che questa azienda ha 118 deroghe assunzionali approvate dalla Regione Liguria. È nota la situazione in cui versano i servizi sia in relazione all’assistenza ordinaria che in rapporto all’emergenza Covid e alla campagna vaccinale in corso. È noto che la questione delle assunzioni e degli organici è al primo posto dello Stato di agitazione con preavviso di sciopero che la Fials sta portando avanti e per il quale sono in corso gli incontri con la Direzione”.

E infine concludono:  “Prima la Direzione ha rifiutato di fare i contratti triennali così i lavoratori (Infermieri e OSS), sono finiti in gran parte in altri Enti che non avevano problemi a garantire il posto per tre anni.

Poi hanno detto che non potevano assumere a tempo determinato perché non avevano i Fondi sufficienti. Abbiamo risposto che le normative emergenziali, dal marzo 2020, consentivano di assumere e di fare contratti triennali.

Finalmente, dopo la dichiarazione di Stato di agitazione, arriva qualche bando a tempo determinato ma occorre che la Direzione assuma tutti anche perché sa benissimo che in fondo alla graduatoria ci sono almeno sei lavoratori che sono già in servizio a tempo determinato (dal precedente bando…), e che non devono essere lasciati a casa per nessun motivo”.

 

Più informazioni