Avviamento al nuoto, metà delle scuole genovesi ha già aderito al progetto del Comune - Genova 24
Formazione

Avviamento al nuoto, metà delle scuole genovesi ha già aderito al progetto del Comune

Coinvolti 67 plessi scolastici coinvolti per un totale di 646 classi (385 del primo triennio, 261 tra quarte e quinte)

Generico settembre 2021

Genova. Metà delle scuole primarie genovesi ha già aderito al primo progetto gratuito di promozione motoria-sportiva e di avviamento al nuoto ideato dal Comune di Genova ed inserito nell’accordo quadro che, lo scorso maggio, è stato sottoscritto da Ufficio Scolastico Regionale della Liguria, Corso di Laurea in Scienze Motorie, Coni Liguria, Cip Liguria e Sport e Salute Liguria.

67 plessi scolastici coinvolti, 646 classi (385 del primo triennio, 261 tra quarte e quinte) a ciascuna delle quali saranno dedicate 10 ore di lezioni in orario curriculare, più di 10.000 gli alunni partecipanti: sono questi i principali numeri che sottolineano l’ottimo riscontro ricevuto dal progetto che prevede anche sei ore formative che la Scuola dello Sport del Coni Liguria offre a centinaia di istruttori del quinquennio, insegnanti di sostegno, referenti e tirocinanti. Il progetto di avviamento al nuoto è specificatamente rivolto alle prime classi e consiste in dodici ore di attività natatoria presso le piscine della città. Ad inizio ottobre inizieranno le lezioni nelle palestre delle varie scuole mentre a novembre saranno attivati i corsi di avviamento al nuoto.

“Sono estremamente contento della risposta che il nostro progetto ha ricevuto dal mondo scolastico e dai giovanissimi alunni genovesi – afferma Vittorio Ottonelloconsigliere delegato allo sport in materia di rapporti con gli enti di promozione sportiva e organizzazione di Genova Capitale Europea dello Sport 2024 -. Questa è un’iniziativa importantissima che intendiamo riproporre almeno sino all’anno scolastico 2023/24. In quel periodo Genova sarà il centro del mondo sportivo europeo e vogliamo cogliere l’occasione per diffondere sempre più i valori e l’importanza di un’attività motorio-sportiva nel rispetto dei valori etici e morali ed a sostegno dell’associazionismo sportivo che è un da sempre importantissimo presidio sociale sul territorio. Il progetto è stato reso possibile dal prezioso coinvolgimento di una pluralità di soggetti, tutti di altissimo livello”.

L’iniziativa, che rientra nell’ambito delle finalità previste per Genova Capitale Europea dello Sport 2024, mira a trasmettere ai più giovani la consapevolezza dell’importanza dello sport come strumento di aggregazione, inclusione ed integrazione e ad esaltarne il ruolo di mezzo di promozione del benessere psicofisico e sociale. Due le tipologie di attività previste: propedeutica motoria per le prime, seconde e terze classi e propedeutica sportiva per le quarte e quinte classi. Le lezioni di propedeutica motoria per gli scolari delle prime tre classi sono affidate a istruttori designati dagli Enti di Promozione Sportiva aderenti (Msp, Uisp, Pgs, Cusi, Csi, Csen), le lezioni di propedeutica sportiva per le quarte e quinte classi a istruttori delle Federazioni Sportive aderenti: rugby, badminton, arti marziali, canottaggio, danza sportiva, atletica leggera, pallavolo, pallacanestro, calcio, tennis e bocce.

Le adesioni a questa prima edizione del progetto hanno coinvolto la quasi totalità dei Municipi genovesi: Levante 12 scuole primarie, Centro Ovest e Ponente 11, Bassa Val Bisagno 10, Medio Ponente 9, Medio Ponente 9, Centro Est 6, Valpolcevera 5 e Medio Levante 3.

Più informazioni