Quantcast
Crescita

Accordo Università-Rina, Salerno: “Entro il 2023 previste 1500 assunzioni”

L'accordo si concentra su ricerca, trasferimento tecnologico, formazione post laurea, servizi di orientamento e accompagnamento dei giovani al lavoro

accordo rina firma delfino salerno

Genova. Si rafforza la collaborazione tra Università di Genova e Rina, multinazionale di ispezioni, certificazione e consulenza ingegneristica, grazie alla stipula, per la prima volta nella storia dei due enti, di un’articolata convenzione quadro, di durata quinquennale, incentrata sulle aree della ricerca, del trasferimento tecnologico, della formazione post laurea e dei servizi di orientamento e accompagnamento dei giovani al lavoro. Le attività di innovazione, sviluppate congiuntamente, avranno inoltre uno specifico focus sulle energie rinnovabili, la transizione energetica e la blue economy.

Ugo Salerno, presidente e amministratore delegato di Rina, spiega: “Aziende come la nostra vivono e crescono grazie alle competenze e alla conoscenza: vale per i manager di oggi, ma varrà ancora di più per quelli di domani. Questo accordo permetterà di sviluppare iniziative di formazione sempre più mirate e rispondenti ai cambiamenti e alle necessità dei mercati. Poterlo concretizzare con l’Università di Genova, che rappresenta un’eccellenza nel panorama della formazione di livello superiore, ci permette di continuare a investire in un territorio in cui abbiamo le nostre radici e da cui vogliamo vedere arrivare anche il nostro futuro”.

Il Rina ha intenzione di crescere parecchio nel prossimo futuro: “Tra il 2021 e il 2023 prevediamo di assumere 1500 risorse a tempo indeterminato, più del 35% di tutta la forza lavoro attuale, non saranno tutti laureati e non tutti in Italia. Oggi, su 4000 dipendenti, 1000 sono a Genova e 1200 nel resto d’Italia, quindi sicuramente molte delle nuove assunzioni riguarderanno laureati dell’Università di Genova. A fine 2023 avremo almeno 6.000 persone tempo indeterminato”

Federico Delfino, rettore dell’Università di Genova, aggiunge: “Formazione, ricerca, trasferimento tecnologico, animazione e coinvolgimento sociale e culturale del territorio sono le missioni fondanti le istituzioni universitarie. L’Ateneo genovese intende sviluppare azioni mirate in questi ambiti con un costante e produttivo dialogo con il mondo dell’impresa per creare opportunità di crescita sociale e di sviluppo economico a livello territoriale. La convenzione firmata con Rina, attore protagonista sulla scena internazionale delle grandi trasformazioni che la società sta affrontando, ci consentirà di portare avanti iniziative e progetti nel solco dei target di sostenibilità ambientale, economica e sociale definiti dall’Agenda Onu 2030, con ricadute importanti per i nostri studenti”.

La convenzione si articola su tre assi principali:

1. sviluppo di conoscenza e innovazione
Competenze ed esperienze aziendali e accademiche insieme moltiplicano la leva dell’innovazione, potenziano idee e progetti nati negli spin off universitari e nelle Pmi, aprono le energie del territorio alla dimensione internazionale. Università di Genova e Rina spa insieme per:
la condivisione di scenari tecnologici e l’individuazione di priorità per la ricerca congiunta;
la definizione di fabbisogni di tecnologia e innovazione specifici del settore ai quali l’Università di Genova potrebbe rispondere;
lo sviluppo congiunto di progetti finanziati di ricerca e innovazione;
la richiesta e/o la realizzazione congiunta di consulenze tecnico-scientifiche focalizzate su temi specifici;
la creazione, il sostegno e l’accesso condiviso a infrastrutture e laboratori di ricerca congiunti;
la realizzazione e il sostegno di programmi di dottorati industriali, borse e assegni di ricerca in azienda;
la valutazione di interesse di Rina per brevetti e spin off sviluppati in Università.

2. orientamento e recruiting
Per far conoscere ai giovani le opportunità concrete di lavoro in settori globali e in forte crescita, Università di Genova e Rina spa collaboreranno a:
presentazioni dell’azienda nelle scuole superiori, al fine di orientare i giovani diplomati verso le lauree STEM;
presentazioni delle Società del Gruppo Rina all’interno dei corsi di studio per illustrare gli specifici profili professionali ricercati nei settori di interesse;
visite in azienda riservate a piccoli gruppi di studenti;
condivisione di fabbisogni di inserimento di nuovi collaboratori e la pianificazione congiunta di azioni di informazione, orientamento e recruiting;
partecipazione al Salone Orientamenti e ai Career Day dell’Università con slot dedicati;
condivisione con la Società capo Gruppo Rina spa dei curricula degli studenti dell’Università in procinto di concludere il percorso di studi per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro.

3. sviluppo delle competenze
Università di Genova e Rina spa collaboreranno alla formazione di competenze specializzate nei settori delle energie rinnovabili e della transizione energetica mediante:
la costruzione di programmi di tirocini curriculari e/o extra curriculari presso le aziende del Gruppo Rina;
la co-progettazione di master universitari e corsi di formazione rivolti a giovani laureati;
l’offerta di testimonianze, lezioni, presentazioni di casi di successo da parte di professional e dirigenti nei corsi di laurea, master e dottorato;
la realizzazione di moduli formativi sul project management e sulla gestione di commesse in contesti multiculturali indirizzati agli studenti di tutti i corsi di studio;
lo sviluppo di un programma interdisciplinare di tesi dedicate al settore con tutor aziendali;
la promozione di premi di laurea e borse di studio volte alla valorizzazione del talento e del merito;
la co-progettazione di challenges per gli studenti su tematiche di specifico interesse aziendale.
Per l’attuazione delle attività oggetto della convenzione stipulata, l’Università di Genova ha indicato come referente il professore Stefano Bracco, Dipartimento di ingegneria navale, elettrica, elettronica e delle telecomunicazioni – Diten, mentre per il Rina il referente è Sauro Gazzoli, University-Business Relations Senior Director.