Quantcast
Eccellenza

Voci dai “ritiri”, l’Arenzano che vorrei secondo mister Corradi: “Una squadra pensante e che corra molto” video

I commenti sulla stagione di Alberto Corradi, Pierluigi Ghirardelli e Alberto Perasso, a un mese dall'inizio dell'Eccellenza

Allenamento Arenzano

L’Arenzano si appresta a disputare il prossimo campionato di Eccellenza come matricola. La società punterà ancora sulla grande esperienza del tecnico Alberto Corradi, chiamato a mantenere la squadra nella categoria dopo il ripescaggio di quest’estate.

“Finalmente si inizia? Lo direi una volta giunti alla prima partita. In questi due anni, tra la rappresentativa e l’Arenzano non sono ancora riuscito a disputare una gara ufficiale. Non vedo l’ora di poter iniziare. Il gruppo è quello dell’anno passato con qualche innesto. Abbiamo voglia di dimostrare di poter stare in questa categoria. Ci sono molte squadre in Eccellenza, maggiore sarà dunque la probabilità di trovare team alla nostra portata. Come imposto il lavoro? Fatichiamo tanto, mi piace lavorare con la palla ma anche a secco. Vogliamo giocatori che sappiano pensare e correre nello stesso momento, sarebbe il massimo, commenta l’ex viceallenatore di Genoa e Crotone, gestione Juric.

Il portiere come parte integrante della squadra, ma senza snaturarne le caratteristiche e ricordando che la prima cosa da saper fare bene è parare. Questo, in sintesi, il pensiero espresso dal preparatore dei portieri Pierluigi Ghirardelli.

 

Alberto Perasso, collaboratore tecnico di Corradi, ha commentato così la salita in Eccellenza: “La società non ci mette pressione. Ma noi vogliamo alzare il livello per ben figurare. I ragazzi ci hanno dato ottimi segnali, sarà difficile ma ci divertiremo. Mi trovo bene con il mister, mi lascia molto spazio e mi dà molte responsabilità, pur mantenendo un occhio vigile su tutto. La prima amichevole sarà contro il Little Club”.

Allenamento Arenzano
Allenamento Arenzano
Allenamento Arenzano