Quantcast
I dati

Vaccino Covid agli adolescenti, 13mila in 3 settimane: ma la Liguria è tra le regioni con meno adesioni

Quint'ultima per prime dosi somministrate. In arrivo il nuovo piano del generale Figliuolo per invogliare i giovani a vaccinarsi: previste corsie preferenziali per i 12-19enni

vaccino covid coronavirus ragazza

Liguria. In circa tre settimane sono aumentati del 12% gli adolescenti liguri che si sono sottoposti alla vaccinazione anti Covid. Nonostante il segnale positivo, però, la nostra regione si trova nelle ultime posizioni della classifica italiana: la Liguria è infatti la 17° per prime dosi somministrate alla fascia 12-19 anni.

In totale sono 56.498 quelle iniettate fino a questa mattina (lunedì 9 agosto), di cui 34.752 prime dosi e 21.746 richiami, pari rispettivamente al 33,39% e al 20,90%. Numeri che sono al di sotto della media nazionale (38,57% e 21,85%) e che, soprattutto per quanto riguarda le prime dosi, differiscono di oltre il 10% rispetto alle percentuali raggiunte da altre regioni: sono otto quelle che superano il 40% del target di riferimento, tra queste spicca l’Abruzzo con circa il 47% di adolescenti tra i 12 e i 19 vaccinati.

La Liguria, dunque, è ancora indietro sulle somministrazioni ai giovani, anche se l’adesione alla campagna vaccinale è in crescita. Poche settimane fa, infatti, i dati registravano una situazione differente con quasi 82mila giovani che ancora non avevano ricevuto nessuna dose, ma in tre settimane il numero è sceso a circa 69mila, quindi di ben 13mila unità.

E ovviamente sono aumentati notevolmente anche i giovani che hanno completato il ciclo vaccinale: dal 5% del 19 luglio, a circa il 21% di oggi. Dato che colloca la Liguria al 9° posto nella classifica nazionale, in cui a distinguersi in questo caso è la Campania con il 33% dei richiami già somministrati.

Una crescita su cui ha inciso molto probabilmente anche l’obbligo del green pass per accedere a diversi servizi, come sedersi al tavolo al chiuso in bar e ristoranti, ma anche per gli eventi sportivi, le manifestazioni, i cinema e teatri, le palestre e le piscine ecc. Oltre ai continui appelli del governo, ma anche del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, che in più occasioni hanno rimarcato l’importanza di vaccinarsi contro il Coronavirus anche per i giovani.

Grafico vaccinati 12-19 anni
Coperture vaccinali fascia 12-19 anni (dati aggiornati alle ore 11:00 del 9 agosto)

Non da meno il discorso scuola. Se dal nuovo decreto l’obbligo del green pass dal 1° settembre è rivolto solo al personale scolastico e agli studenti universitari, l’aspettativa è che anche la maggior parte degli alunni delle scuole secondarie (per ora il vaccino è stato approvato solo per gli over 12) decida di sottoporsi all’iniezione per scongiurare il più possibile l’aumento dei contagi con l’inizio del nuovo anno scolastico a settembre che, come rimarcato più volte, vuole scongiurare la dad e optare per le lezioni in presenza senza abbandonare però distanziamento e mascherine. A tal proposito, solo in caso di zone rosse o arancioni, i sindaci potranno prendere provvedimenti e decidere di optare per la didattica a distanza se dovessero registrarsi dei focolai considerati preoccupanti.

Per invogliare ulteriormente i giovani a vaccinarsi, il commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo ha svelato al Corriere della Sera il piano per le prossime settimane, ovvero corsie preferenziali per gli adolescenti negli hub senza prenotazioni e la collaborazione di medici di base, pediatri di libera scelta e i farmacisti. In questo sicuramente aiuterà anche la maggiore disponibilità di vaccini, in quanto al Pfizer (approvato lo scorso giugno anche per la fascia 12-19 anni) si aggiunge il Moderna, che dallo scorso 28 luglio può essere somministrato anche agli adolescenti.

“I vaccini ci sono e la loro disponibilità è tra l’altro destinata a crescere in maniera considerevole, da subito dopo Ferragosto, grazie all’azione del presidente Mario Draghi in ambito europeo – ha detto Figliuolo – Nella fascia dei giovani stiamo già andando bene, visto che, da un recente rilevamento effettuato dal Financial Times, è emerso che l’Italia è terza nel mondo per vaccinazioni ai giovani di età compresa tra i 12 e i 18 anni. Anche in questo periodo, maggiormente dedicato alle vacanze, la propensione alla vaccinazione tra i giovani è rimasta alta. È proprio nella classe tra i 12 e i 29 anni che stiamo registrando il maggior numero di prime somministrazioni”. Solo ieri, infatti, in un solo giorno 64mila ragazzi in Italia hanno ricevuto la prima dose.

Più informazioni
leggi anche
vaccino over18 fiera di genova
Esclusi
“Non posso vaccinarmi”, ecco come ottenere l’esenzione che sostituisce il green pass
Operativo hub sala chiamata porto
Open
Dal 23 agosto vaccino senza prenotazione in tutti gli hub, priorità al personale scolastico