Quantcast
Mercato blucerchiato

Sampdoria: un po’ di mercato, aspettando il Milan

Ancora folta la pattuglia dei difensori centrali, mentre adesso c'è penuria davanti

Sampdoria Vs Alessandria

Genova. Mercato in entrata tuttora stagnante, con la pista ucraina di Vladislav Supryaga bloccata dallo stallo delle trattative per la cessione di Gianluca Caprari, che sembra poco propenso ad accettare una discesa in Serie B, sia pur sotto la prestigiosa ala ‘berlusconiana’ monzese. E’ di queste ultime ore peraltro un manifestato interesse del Torino per l’ex pescarese.  La tensione fra le parti deve comunque essere salita all’apice, visto che l’attaccante non è stato nemmeno convocato per la partita odierna col Milan, nonostante che a disposizione di D’Aversa ci siano solo due punte (Quagliarella e Gabbiadini).

Non convocati nemmeno Torregrossa (indisponibilità fisica) e Murillo, probabile che la Samp scenda in campo con: Audero; Bereszyński, Yoshida, Colley (Chabot), Augello; Thorsby, Silva (Ekdal); Candreva, Gabbiadini, Damsgaard (Verre); Quagliarella.

Tornando a parlare di mercato, intanto, Claudio Ranieri ha confessato che avrebbe voluto l’uzbeko Eldor Azamatovič Shomurodov alla Samp, prima che il Genoa lo prelevasse dal Rostov… Che dire? L’auspicio è che Daniele Faggiano continui ad avere buoni agganci nel mercato dell’ex Unione Sovietica e che anche Supryaga (se arriverà) sia della stessa “pasta”…

Non ci sono solo gli esuberi della prima squadra, cui trovare sistemazione, ma il lavoro di Faggiano ed Osti comprende anche la ricerca di una squadra adeguata alla aspirazioni degli ex ragazzi della Primavera… Ad esempio Matteo Raspa, reduce dal prestito al Ravenna, sta provando a convincere David Sassarini a confermarlo nelle fila della Pistoiese, appena ripescata in Serie C, della quale il tecnico spezzino, spesso nostro opinionista nella trasmissione di Genova 24, “Parliamo di Sport”, è diventato il mister, dopo aver lasciato l’incarico di collaboratore di Francesco Farioli, al Fatih Karagümrük, team di Istanbul della Süper Lig  turca, in cui giocavano Viviano, Zukanovic, Castro, Bartolacci, Biglia, Borini… insomma, uno abituato ad allenare giocatori veri.

E’ iniziata bene l’avventura di Leonardo Benedetti ad Imola (ha fatto altrettanto bene Simone Giordano col Piacenza che ha battuto la Reggiana), che grazie ad una sua rete in zona Cesarini ha consentito alla Imolese di superare il turno di Coppa Italia di Serie C, sconfiggendo la Carrarese.