Quantcast
Percorso

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando di gara per la concessione della rete gas dell’ambito di Genova 2

Il valore degli impianti che verranno trasferiti al nuovo gestore è stimato in circa 118 milioni di euro

metanodotto

Genova. Il comune di Chiavari, in qualità di Stazione Appaltante dell’ATEM Genova 2-Provincia, ha pubblicato il bando di gara a procedura aperta per l’affidamento in concessione del servizio di distribuzione del gas naturale nell’ambito territoriale di riferimento, disponibile anche sul sito www.comune.chiavari.ge.it.

La procedura individuerà il concessionario che gestirà per i prossimi 12 anni il servizio pubblico di distribuzione del gas naturale nei comuni dell’ambito che comprende 29 comuni metanizzati: Borzonasca, Busalla, Camogli, Carasco, Casarza Ligure, Casella, Chiavari, Cogorno, Coreglia Ligure, Crocefieschi, Isola del Cantone, Lavagna, Leivi, Mezzanego, Moneglia, Montoggio, Ne, Orero, Portofino, Rapallo, Recco, Ronco Scrivia, San Colombano Certenoli, Santa Margherita Ligure, Savignone, Sestri Levante, Sori, Vobbia, Zoagli, oltre a 11 Comuni non metanizzati: Castiglione Chiavarese, Fascia, Fontanigorda, Gorreto, Montebruno, Propata, Rezzoaglio, Rondanina, Rovegno, Santo Stefano d’Aveto, Valbrevenna.

Il valore degli impianti che verranno trasferiti al nuovo gestore è stimato in circa 118 milioni di euro, mentre l’importo della procedura di gara è di circa 194 milioni di euro; il valore annuo del servizio è pari a 16 milioni di euro. Nella zona interessata vivono circa 176mila persone, 109mila delle quali sono utenti in maggioranza gestiti da Italgas.

È previsto che l’impresa aggiudicataria acquisisca la proprietà degli impianti di distribuzione, ovvero una rete di circa 1.000 km, con l’obbligo di assumere il personale uscente, in conformità con la normativa, per i dodici anni di durata dell’affidamento.

“Chiavari si conferma comune capofila anche in questo ambito – dichiara il sindaco Marco Di Capua – Si tratta di una gara estremamente importante, un’occasione di sviluppo e risparmio per tutti i comuni coinvolti, che porterà entrate ricorrenti per gli enti, un’opportunità soprattutto per tutte quelle realtà ancora non metanizzate. Si conclude così un complesso ed impegnativo percorso tecnico-amministrativo che ha impegnato per diversi anni il personale del comune di Chiavari, a cui va il mio ringraziamento, e degli altri parte dell’ambito, con il supporto e la consulenza del Consorzio Concessioni Reti Gas, per arrivare alla redazione del bando che scadrà il 31 marzo 2022”.