Quantcast
La nota

Ponte Morandi, Possetti: “Approfondiremo le nuove norme del processo penale”

Il comitato che riunisce i parenti delle vittime ringrazia la ministra Cartabia: "Per noi è esseziale aprire sprazzi di sereno"

egle possetti

Genova. “Ringraziamo di cuore tutti i cittadini che hanno ricordato i nostri cari, tutte le autorità presenti alla cerimonia di commemorazione del 14 agosto, in particolare il ministro Enrico Giovannini per la sua presenza, la ministra Marta Cartabia per la commossa partecipazione e le sue parole decise che infondono speranza alle vittime, ringraziamo anche il Presidente Sergio Mattarella per il ricordo floreale, il Presidente Mario Draghi per i fiori e le parole che spronano all’impegno verso i cittadini per non tradire ancora la loro fiducia”. Lo scrive in una nota Egle Possetti, presidente Comitato Ricordo Vittime Ponte Morandi, a poche ore dalla cerimonia in ricordo del terzo anniversario del crollo di Ponte Morandi.

“Come anticipato alla ministra – scrive Possetti – approfondiremo con attenzione le nuove norme del processo penale con i nostri avvocati e con esperti del settore per avere la massima chiarezza possibile senza filtri, anche per ottemperare al nostro dovere di cittadini di partecipazione attiva e costruttiva alla vita pubblica. Ci riserveremo un eventuale incontro di approfondimento con la ministra Cartabia, dalla quale abbiamo avuto piena disponibilità, per chiarimenti ulteriori in merito alle norme”.

“Per noi è essenziale aprire al futuro sprazzi di sereno e per questo nel nostro piccolo cerchiamo di dare un contributo, partendo dal profondo dolore che ci accompagna ogni giorno della nostra vita”.