Quantcast
Rilancio

Piana dell’Entella, i comuni uniti chiedono una nuovo accordo di programma sul rischio idraulico

La richiesta è per Regione Liguria: "Convochi una conferenza dei servizi subito"

piana entella chiavari lavagna

Genova. Il sindaco di Lavagna Gian Alberto Mangiante d’intesa con il sindaco di Cogorno, Gino Garibaldi, ha promosso e presieduto una riunione con gli altri sindaci dei Comuni appartenenti all’Area dell’Entella (Chiavari, Carasco e Leivi) durante la quale ha incontrato i consiglieri regionali di maggioranza Giovanni Boitano, Sandro Garibaldi e Claudio Muzio.

Era presente in collegamento telefonico anche il consigliere Domenico Cianci. “Considerando la corrispondenza del 6 agosto scorso a firma del presidente Toti con cui si attesta che ‘l’Accordo di Programma del 27.11.2013 non produce alcun effetto’ e il provvedimento a cura del ministero della cultura- Soprintendenza per la città metropolitana di Genova del 17 agosto scorso con cui si formula alla Commissione Regionale proposta di dichiarazione di notevole interesse pubblico della Piana fluviale dell’Entella – ha scritto Mangiante in una nota – abbiamo chiesto ai consiglieri regionali di farsi promotori presso la Regione Liguria per l’immediata convocazione della Commissione Regionale e di tutte le parti coinvolte per giungere a un accordo di programma oggi inesistente, come ci scrive il presidente Toti – che abbia ad oggetto la mitigazione del rischio idraulico nei nostri Comuni di Leivi, Carasco Cogorno, Lavagna e Chiavari”.

Mangiante si è detto “estremamente soddisfatto della coesione di tutti noi sindaci nel portare avanti le nostre istanze con specifico riferimento alla convocazione di una conferenza dei servizi preliminare a un nuovo o per meglio dire visto l’esito del precedente primo accordo di programma che abbia a tutela la salute e l’incolumità delle persone dei nostri territori mitigando il rischio idraulico” e “dei consiglieri regionali di maggioranza che si sono dichiarati disponibili a portare avanti presso la Regione Liguria le nostre richieste dimostrando totale coesione con il territorio”.