Quantcast
Netto

Obbligo green pass sul lavoro? Toti: “Se fossi alla catena di montaggio lo pretenderei”

"Perché se stiamo due ore gomito a gomito in pizzeria dobbiamo essere vaccinati e sul luogo di lavoro no?"

Riqualificazione porticciolo di Nervi, Bucci e Toti in sopralluogo al cantiere

Genova. “In America gran parte delle aziende progressiste hanno già messo l’obbligo di green pass. Io, se fossi un lavoratore alla catena di montaggio gomito a gomito con altri colleghi, lo pretenderei“. Così il presidente Giovanni Toti ribadisce la propria posizione sul certificato verde per accedere anche ai luoghi di lavoro su cui di recente anche Confindustria e la Camera di commercio di Genova si sono schierate a favore.

Un dibattito che, secondo il governatore, “è surreale rispetto ai dati della scienza: è come se ci fosse un dibattito se ci fermiamo o no al rosso ai semafori e se uno venga sanzionato quando passa col rosso – ha detto nel corso di un’intervista in diretta ad Agorà su Rai3 -. Rifletterei sul fatto che tra chi lavora al chiuso valgono regole più flebili: perché se sto due ore in pizzeria o al teatro accanto ad altre persone devo essere vaccinato mentre se sto accanto a due colleghi saldatori potremmo non essere vaccinati? Se qualcuno mi spiega che ratio possa avere questo, io non lo capisco. C’è qualcosa che non quadra”.

Per quanto riguarda la polemica sulle mense aziendali, in teoria accessibili solo con green pass nonostante l’obbligo non sussista per i lavoratori, dopo il primo sciopero proclamato a Torino: “Magari la divisione delle persone sempre sgradevole, però se la mensa è equiparata a un ristorante dove c’è obbligo di green pass non mi pare ci sia grande interpretazione”.

“La terza dose non sarà un problema con la macchina che abbiamo allestito. Vedo più un problema con chi non vuole vaccinarsi – ha aggiunto Toti -. La verità è che dobbiamo convincere o costringere le persone che ancora non si sono vaccinate e che oggi vanno in ospedale“.

Toti è tornato infine sulla proposta di introdurre l’obbligo vaccinale per gli over 50, lanciata in un’intervista al Corriere della Sera: “Io non vorrei obbligare nessuno a fare nulla, ma se qualcuno non si comporta con senso civico lo Stato ha diritto di proteggersi. In questo Paese i giovani di 12-18 anni che stanno correndo a vaccinarsi hanno già fatto sacrifici per salvare genitori e nonni, non credo possano essere sempre loro quelli tartassati”, ha concluso.

Più informazioni
leggi anche
Green pass centro storico locali ristoratori bar movida piazza delle erbe
Preoccupazione
Green pass, gli esercenti genovesi: “Finora tutto ok, da ottobre temiamo effetti disastrosi”
toti vaccino
Posizione
La proposta di Toti: “Vaccino obbligatorio per gli over 50, i ragazzi hanno già fatto sacrifici”