Quantcast
Reazione

No green pass annunciano il blocco delle stazioni, Assoutenti: “Pronti a denunciarli penalmente”

Il presidente Truzzi: "Protesta di una violenza inaudita che creerà danni enormi ad altri cittadini"

treni stazione principe binari

Genova. Assoutenti è pronta a denunciare penalmente chiunque bloccherà le stazioni ferroviarie e creerà disagi alla circolazione dei treni.

Lo fa sapere l’associazione dei consumatori, commentando le manifestazioni dei “no green pass” indette per il prossimo 1° settembre per protestare contro l’obbligo della certificazione verde che entrerà in vigore per chi viaggia sui treni a lunga percorrenza.

“Si tratta di una protesta di una violenza inaudita, che creerà enormi danni a chi utilizza il treno per andare a lavoro o a chi si sposta con il trasporto ferroviario per rientrare dalle vacanze estive – afferma il presidente Furio Truzzi – Rispettiamo il diritto di tutti di manifestare e protestare, ma siamo pronti alla battaglia legale contro coloro che, al fine di imporre le proprie idee, determineranno un danno ad altri cittadini, ingiustamente coinvolti nelle proteste dei no green pass”.

“Ricordiamo agli organizzatori di queste manifestazioni che bloccare la circolazione dei treni realizza sia il reato di blocco stradale che quello di interruzione di pubblico servizio, ed Assoutenti non esiterà a rivolgersi alla magistratura di tutta Italia per denunciare penalmente chi ostacolerà la partenza e l’arrivo dei treni presso le stazioni ferroviarie”, conclude Truzzi.

leggi anche
Generico agosto 2021
Protesta
No green pass, l’annuncio online: “Il 1° settembre blocchiamo la stazione Principe”
No green pass ancora in piazza, a Genova arrivano anche manifestanti dalla Francia
Protesta
No green pass ancora in piazza, a Genova arrivano anche manifestanti dalla Francia
No green pass ancora in piazza, a Genova arrivano anche manifestanti dalla Francia
Porte chiuse
No green pass, blocco alla stazione Principe? Gli organizzatori genovesi: “Ci dissociamo”