Quantcast

Genova. All’indomani dell’entrata in vigore del decreto che rende obbligatorio il green pass per accedere a locali pubblici, musei, teatri ma anche piscine al chiuso e palestre, il “popolo” contrario al certificato verde torna in piazza a Genova per il terzo sabato consecutivo.

Il presidio in piazza De Ferrari, meno affollato rispetto ai due precedenti ma comunque con centinaia di persone presenti (500 secondo le forze dell’ordine), si è trasformato anche questa volta in un corteo non comunicato alla questura. La digos, in piazza, ha avvertito i presenti che se si fossero messi in marcia -. per quanto pacifica – sarebbero stati passibili di denuncia.

Potrebbe quindi allargarsi il dossier delle denunce nei confronti di alcuni dei manifestanti, già una ventina per reati che vanno dal blocco stradale all’interruzione di pubblico servizio.

no green pass manifestazione 7 agosto

Ed è per questo che, in piazza, oggi, c’è anche chi si è presentato con il foglio della denuncia alla mano. “Credono di intimorirci, ma in realtà hanno paura di noi – ha detto una attivista, sventolando il documento – hanno paura perché ormai le persone si sono risvegliate”.

Anche in questo sabato il ventaglio di tematiche portate in piazza da striscioni, cartelli e interventi al megafono va dall’opposizione al governo e ai “poteri forti” fino al paragone tra il decreto Green Pass e le leggi razziali: “Anche i nazisti hanno iniziato vietando l’accesso degli ebrei a ristoranti e teatri e poi sono arrivati ai campi di sterminio”, una delle frasi pronunciate dai manifestanti.

Al grido di “libertà, libertà” hanno protestato anche contro le norme che a settembre renderanno obbligatorio il green pass per il personale scolastico e, all’università, anche per gli studenti. In molti dei ragionamenti dei manifestanti il green pass è in realtà equiparato al vaccino non prendendo neppure in considerazione la possibilità di utilizzare i tamponi per avere i certificati verdi.

no green pass manifestazione 7 agosto

E poi cori contro Bassetti, Burioni e altri virologi. Contro i “giornalisti terroristi”. Ma anche contro il presidente della Repubblica Mattarella, il presidente del consiglio Mario Draghi, il ministro della Salute Speranza e così via. La piazza “no green pass” intanto ha annunciato una nuova manifestazione per domani, domenica, alla Spezia.

Più informazioni
leggi anche
Manifestazione no green pass 24 luglio
Pugno duro
“No green pass”, in arrivo altre 11 denunce per i cortei: scattano le multe per blocco stradale
Generico agosto 2021
Corteo
In centinaia alla fiaccolata in memoria di De Donno: “Sui vaccini vogliamo libertà di scelta”
no green pass manifestazione 7 agosto
Denunciata
Daspo per una manifestante contro il Green Pass: incitava a proseguire il corteo. Dalla perquisizione spunta un cutter