Quantcast
Attacco

M5s torna alla carica: “Bucci cosa nasconde sulla costituzione di parte civile nel processo Morandi del Comune?”

"È normale che il Sindaco dei genovesi dichiari che ci sono cose che non si possono dire in Consiglio comunale e che allora forse proprio per questo motivo stia continuando a far di tutto per non accettare il dibattito nell'aula della democrazia?"

Generica

Genova. “In un’intervista odierna il Sindaco Bucci, rispondendo a una domanda sul perché non voglia si discuta in Consiglio comunale della costituzione di parte civile del comune di Genova nel processo sul crollo del ponte Morandi, risponde: “Ci sono cose che in Consiglio possono essere dette e altre no”. È normale che il Sindaco dei genovesi dichiari che ci sono cose che non si possono dire in Consiglio comunale e che allora forse proprio per questo motivo stia continuando a far di tutto per non accettare il dibattito nell’aula della democrazia?”.

Lo dichiara Luca Pirondini, capogruppo in consiglio comunale del M5S. Aggiungono i consiglieri M5S di Tursi: “È per questo che sta scappando da qualsiasi confronto con le opposizioni? Per difendere quindi accordi ingiustificabili? E con chi sarebbero questi accordi? Con Aspi dei Benetton? Con il Ministero?”.

“Caro Sindaco – e concludono – su una vicenda così grave non può esistere nemmeno un argomento di cui non si debba parlare in totale trasparenza con tutti i cittadini genovesi e fuggire dal confronto per poi naufragare su dichiarazioni gravissime come quelle odierne non fanno altro che certificare grande opacità e debolezza”.