Quantcast
Campagna

La vacanza green piace sempre di più: crescono le presenze in agriturismi e ittiturismi

L'analisi di Coldiretti: in Liguria ce ne sono oltre 600 e sono tra i luoghi più sicuri contro il Covid

agriturismo la botta

Genova. Crescono le presenze dei turisti nelle campagne stimate per l’estate 2021 con 8 milioni di italiani (+3%) che decidono di fare una vacanza tra campi, parchi e oasi naturalistiche con il massimo delle presenze in corrispondenza del Ferragosto, anche per sfuggire al caldo africano che assedia la Penisola. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti/Ixe’ anche se l’incremento dei vacanzieri nazionali arriva solo parzialmente a compensare l’assenza degli ospiti stranieri, bloccati a causa della risalita dei contagi e dal diffondersi delle varianti nonostante il green pass.

“A trainare le vacanze green sono gli oltre 600 agriturismi ed ittiturismi liguri che, spesso situati in zone isolate, in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto e a tavola e ampi spazi nel verde, sono i luoghi dove è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza per difendersi dal contagio fuori dalle mura domestiche – evidenzia Marcello Grenna, presidente di Terranostra Liguria -. L’agriturismo, infatti, svolge un ruolo centrale per la vacanza in Liguria post Covid perché contribuisce in modo determinante al turismo di prossimità. La spinta verso un turismo “sicuro” ha portato le strutture agrituristiche ad incrementare l’offerta di attività che vanno ad aggiungersi ai servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti”.

“Nei nostri borghi è possibile godere di spazi di libertà più ampi lontano dalle città o dai luoghi turistici più affollati – spiegano il presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il delegato confederale Bruno Rivarossa -. La nostra regione offre un’offerta variegata che accontenta tutte le esigenze: dalla vacanza balneare, sulle coste di ponente e levante con meravigliose spiagge, a quella escursionistica-sportiva fino all’enogastronomica, quest’ultima sempre più attrattiva per i viaggiatori, molto attenti alla qualità dell’alimentazione, per la quale destinano una quota elevata della spesa durante la vacanza”.

“Per la maggioranza degli ospiti l’agriturismo significa soprattutto cibi genuini e buona alimentazione per questo è fondamentale controllare il legame dell’azienda con l’attività agricola, la tipologia e i prodotti coltivati direttamente per accertare che nel menù offerto siano indicati alimenti stagionali e tipici della zona”, conclude Coldiretti.

Più informazioni
leggi anche
Turisti a Genova agosto 2020
Ripresa
Turismo a Genova, sold out negli alberghi: crescono gli stranieri, tornano gli italiani