Quantcast
Estate in città

La lunga stagione dei cinema all’aperto, sul mare e in periferia l’arena estiva diventa rito collettivo

Alla faccia di Netflix & Co, da Nervi a Rivarolo passando per Sturla e San Teodoro, dopo mesi di sale chiuse un modo per scoprire e riscoprire classici e prime visioni

arena estiva cinema aperto

Genova. Ci sono stati anni in cui trovare un cinema all’aperto, in estate, a Genova, era diventato quasi impossibile. Quella che era stata una delle attività classiche delle estati in città si era trasformata in un cinghiale bianco, una rarità, forse perché – nell’epoca delle tv al plasma e dagli schermi sempre più grandi – le famiglie avevano deciso che era più comodo restare a casa.

C’è voluta una pandemia – si fa per dire – per rilanciare tutto il romanticismo del cinema all’aperto. Nell’era di Netflix & Co, a Genova e dintorni, in questa estate 2021, le arene estive sono tantissime, con programmazioni le più disparate, per tutti i gusti, che spaziano dalle prime visioni e dai blockbuster alla proiezione di grandi classici del passato più o meno recente. E, cosa più interessante che mai, non sono state allestite soltanto in prestigiosi parchi o passeggiate sul mare ma anche nei quartieri di periferia, come si usava un tempo.

Da Nervi a Sampierdarena, passando per Sturla, Rivarolo, San Teodoro, Castelletto. E poi, fuori città, Arenzano, Camogli, Sestri Levante e Campomorone. Quasi ogni sera, in ognuna di queste sale sotto le stelle, è possibile vedere un film diverso. (Nella foto qui sotto, l’Arena del Dlf a Rivarolo, in via Roggerone)

arena estiva cinema aperto

Obbligo di green pass. Dal 6 agosto, come per altri eventi all’aperto come concerti e spettacoli, vista la vicinanza con altre persone, è necessario avere il green pass per accedere alle arene. Green pass che si ottiene, come noto, con il certificato vaccinale, con un tampone negativo effettuato 48 ore prima o con il certificato di avvenuta guarigione dal covid fino a sei mesi prima.

Silent cinema. Gran parte dei cinema all’aperto, specialmente quelli che si trovano vicino ad abitazioni si sono dotate di questa tecnologia già vista negli anni passati per le “silent disco”. Cuffie senza fili, igienizzate opportunamente prima della consegna, che permettono di ascoltare l’audio in buona qualità senza essere disturbati dai suoni esterni e senza impatto sull’ambiente.

Cinema in periferia, tra film cult e prime visioni. Un tempo ogni quartiere aveva il suo cinema, o i suoi cinema, di delegazioni. Dagli anni Ottanta queste sale sono diventate supermercati, banche, bingo e così via. Ma grazie ad associazioni e realtà del territorio, con il supporto dei municipi, ecco arene estive come quella di Rivarolo, in via Roggerone, vicino a una delle poche sale che resistono, quella dell’Albatros. La programmazione è molto incentrata su commedie e film per famiglie.

arena estiva cinema aperto

Più originali le “pellicole” in visione all’arena estiva nel parco di villa Giuseppina a San Teodoro, dove accanto a titoli della passata stagione vengono proiettati film “da rivedere”. Questa sera, per esempio, viene riproposto Il Meraviglioso mondo di Amelie. Film d’essai all’arena del Club Amici del Cinema di Sampierdarena, in via Rolando, per il ciclo Oscar 2021, proiezione di “Un altro giro” di Thomas Vinterberg con Mads Mikkelsen e Thomas Bo Larsen. Per cercare un po’ di fresco in più, si può optare anche per il Cabannun dei giardini Dossetti, a Campomorone.

I Cinema all’aperto più “blasonati”, sono gestiti da Circuito Cinema Genova che propone l’arena Circuito sul mare a Sturla, sul depuratore di via del Tritone (stasera alle 21.15 un grande classico del genere musicale, “The Blues Brothers”). Audio in cuffia come per Villa Gruber e per i Parchi di Nervi, dove alle 21, è in programma “Minari”, di Lee Isaac Chung.