Quantcast
Il punto

In Liguria 142 sanitari no-vax sospesi senza stipendio, al San Martino arrivano i primi 26 sostituti

Il direttore generale Giuffrida: "Boccata d'ossigeno, ma se le lettere continueranno ad arrivare sarà una situazione molto preoccupante"

Covid, al via alle vaccinazioni all'ospedale San Giuseppe di Cairo

Genova. Sono 142 in tutta la Liguria i lavoratori della sanità che al momento risultano sospesi senza stipendio perché non hanno adempiuto all’obbligo vaccinale sancito dal governo Draghi. La cifra, fornita dagli uffici di Alisa e aggiornata a pochi giorni fa quando è stata fatta l’ultima ricognizione, è già al netto di coloro che nel frattempo ci hanno ripensato o che sono riusciti a dimostrare di non essere in condizione di vaccinarsi per particolari problemi di salute.

La situazione più pesante è quella dell’ospedale San Martino di Genova che ad oggi conta 43 dipendenti esclusi dal servizio. In tutto erano 58, ma nel frattempo 15 persone si sono convinte a vaccinarsi e sono potute tornare nei reparti. Si tratta soprattutto di infermieri (una trentina), operatori socio-sanitari e tecnici di laboratorio. Chi ha rifiutato di vaccinarsi ha dovuto dire addio allo stipendio senza possibilità di appello, chi invece non può vaccinarsi per altri motivi è stato ricollocato in altre mansioni, ma si tratta in tutto di 3 persone.

Per far fronte a quella che si prospettava come una grave carenza di personale il policlinico aveva pubblicato un bando per assumere infermieri con un contratto a tempo determinato valido al massimo fino al 31 dicembre 2021, comunque revocabile in caso di rientro dell’unità di personale sospesa. L’avviso è stato pubblicato il 12 agosto ed è scaduto il 27 agosto.

È notizia di oggi che a quel bando hanno risposto 26 professionisti. “Speriamo che siano tutti arruolabili e disponibili a entrare in servizio nel giro di due o tre giorni – commenta il direttore generale Salvatore Giuffrida -. In quel caso per noi sarebbe una bella boccata d’ossigeno”. A ottobre, poi, dovrebbe arrivare il nuovo bando di Alisa che destinerà 227 infermieri solo al San Martino.

“Certo, però, che se dovessimo assumerne meno e il trend delle sospensioni continuasse nelle prossime settimane, la situazione sarebbe molto preoccupante. Ogni volta che guardo la casella e-mail ho paura che sia un altro dipendente sospeso“, rivela Giuffrida. La gestione dell’ospedale, insomma, corre sul filo di lana. “Anche perché – prosegue il direttore generale – è tutta l’estate che stiamo facendo iperproduzione per recuperare ciò che non siamo riusciti a fare a causa del Covid, e ora di conseguenza molti chiedono le ferie o si mettono in malattia perché il personale è stanco. È una situazione in costante evoluzione, ogni giorno dobbiamo riorganizzare i reparti a seconda delle nuove esigenze”.

Negli altri ospedali la situazione è meno gravosa. Al Galliera sono 8 al momento i sanitari sospesi, ma uno ha appena deciso di vaccinarsi e quindi presto saranno 7. Al momento non ci sono nuovi concorsi all’orizzonte ma la direzione sanitaria fa sapere che gli uffici del personale stanno già preparando la documentazione in caso di necessità. Al Gaslini in tutto sono arrivate 13 lettere di sospensione per altrettanti dipendenti: di questi, però, 8 sono già stati reintegrati o per la loro condizione clinica o perché nel frattempo si sono vaccinati. “La situazione è fluida, ma non ci sono emergenze”, fanno sapere dall’istituto pediatrico. All’Evangelico si contano 3 unità di personale sospese.

Nelle varie strutture di Asl 3 complessivamente sono 29 gli operatori non vaccinati sospesi. Per quanto riguarda il resto della Liguria se ne registrano 41 nel Savonese e 14 nel Tigullio, mentre non risultano casi né in provincia di Imperia né in quella della Spezia.

Più informazioni
leggi anche
La protesta degli infermieri sotto la prefettura
Allarme
Infermieri no-vax sospesi, il sindacato: “Il sistema sanitario ligure rischia una grave crisi”
vaccino covid
Amarezza
Sanitari ‘no vax’: lettera di richiamo per un oss, ma la donna è deceduta da tre mesi
Generica
Emergenza
Sanitari no-vax, è allarme negli ospedali: il San Martino cerca urgentemente 50 infermieri