Quantcast
"dai ritiri"

Il Busalla al lavoro: le dichiarazioni di Ottoboni, Zunino e Compagnone fotogallery

Lavori in corso, sguardo alla Coppa Italia di Eccellenza ma il pensiero principale è il campionato

Busalla al lavoro

Volti distesi, parole dalle quali traspare la felicità per ricominciare a fare qualcosa di cui da tempo si sentiva la mancanza. Questo in sintesi il pensiero dei giocatori del Busalla, che ieri hanno ricominciato a faticare agli ordini del tecnico Gianfranco Cannistrà in vista del prossimo campionato di Eccellenza, torneo che prenderà il via fra poco più di un mese, il 12 settembre.

Giacomo Ottoboni auspica in primis che la stagione possa giungere al termine. Viste le ultime due annate, sarebbe un grande successo. Impegno in società a tutto tondo per Ottoboni, il quale allenerà insieme al padre una leva del settore giovanile.

Complice la pandemia, Jacopo Zunino, nuovo acquisto della scorsa stagione, ha giocato soltanto due mesi con i nuovi colori. “L’ambiente del Busalla è molto familiare, ci si sente a casa”, ha commentato, prima di passare all’analisi del gruppo squadra con un focus particolari sull’importanza dei giovani.

 

Sesto anno di fila per Marco Compagnone nel Busalla. “Obiettivi? – commenta – visto quando accaduto speriamo che la stagione possa concludersi. La squadra è pressoché quella dello scorso anno. Ci piacerebbe essere nelle prime cinque del minigirone”.

leggi anche
Il Busalla riparte
Eccellenza
Il Busalla inizia i lavori: parola a mister Cannistrà e a capitan Monti