Quantcast
Il caso

Gino Strada, Bucci condanna le frasi sui social: “Stupide e tese a infangare la memoria”

Ma il M5S e il Pd attaccano il centrodestra: "Le scuse non bastano". Dopo le dimissioni di Biamonti a Cogoleto chiedono quelle del consigliere di municipio D'Onofrio

Generica

Genova. “Ho letto frasi stupide tese a infangare la memoria di Gino Strada, scomparso solo pochi giorni fa, non esiste essere umano a cui sia giusto dedicare pensieri di così basso livello, ma ancora più fa rabbia l’idea che a essere attaccata sia una persona che ha dedicato parte della propria vita a sfide importanti di grande rilievo umano”.

Non cita direttamente gli esponenti del centrodestra Francesco Biamonti e Igor D’Onofrio, finiti nella bufera per avere insultato sui social Gino Strada all’indomani della sua scomparsa ma il sindaco di Genova Marco Bucci – in un post su Facebook – condanna nettamente quelle parole.

“Al di là della condivisione o meno delle idee, alla diversità di vedute e opinioni, il rispetto per il prossimo deve venire sempre prima di tutto”.

In mattinata era stato il Movimento 5 Stelle di Genova a chiedere che il sindaco si esprimesse sulla vicenda e prendesse le distanze dai due politici locali. “Il primo cittadino cosa aspetta? Alle vergognose esternazioni di Biamonti e d’Onofrio, il sindaco di Genova avrebbe dovuto prendere subito le distanze. Ci pare che nicchi anche questa volta. Forse per non rompere i già delicati equilibri?”. Il commento, nel frattempo, è arrivato.

Prima il consigliere comunale di Cogoleto Francesco Biamonti, ex Lega (sospeso dal partito dopo il caso del saluto romano in aula consiliare) e poi anche un consigliere del municipio Medio Levante, Igor D’Onofrio (Fratelli d’Italia) già in passato attaccato per le sue posizioni nostalgiche del fascismo.

Se Biamonti si è dimesso da consigliere, “unico gesto possibile per chiedere scusa”, D’Onofrio si è finora limitato a cosparsi il capo di cenere via social ma resta al suo posto. Sia il M5s sia il Pd chiedono che faccia un passo indietro e rassegni le dimissioni.

leggi anche
Generico agosto 2021
Il caso
“Gino Strada bruci all’inferno”, dopo la bufera il consigliere Biamonti rassegna le dimissioni
Generico agosto 2021
Un altro
Consigliere genovese inneggia (con parole fasciste) alla morte di Gino Strada: “Uno di meno!”
Generico agosto 2021
Non compatibile
Aveva commentato “Uno di meno” alla morte di Gino Strada: espulso il consigliere di Fratelli d’Italia Igor D’Onofrio