Quantcast
La replica

Genova Jeans, giunta risponde a Sansa: “Evento che ci consacrerà capitale mondiale del jeans”

"Il Comune di Genova rientrerà dell'impegno economico attraverso la bigliettazione e le sponsorizzazioni"

bucci sansa jeans

Genova. “Boicottare un evento internazionale che potrà dare lustro a Genova nel mondo fa capire davvero chi ha a cuore lo sviluppo della città e chi, invece, vuole tentare di affossarla. La sinistra non è cambiata di una virgola da quando governava Genova: prima ha tentato di farla sprofondare gestendola, oggi ci prova con sterili attacchi dall’opposizione”.

Questa la risposta che arriva dalla giunta comunale, tramite l’ufficio stampa istituzionale del Comune di Genova: “I conti li faremo alla fine dell’evento e saremo pronti a raccogliere ogni suggerimento utile a migliorare la manifestazione per il 2022, ma tentare di denigrare e boicottare un appuntamento così importante è davvero meschino per chiunque si definisca genovese”.

La nota stampa prosegue entrando nel vivo della polemica, ovvero quella legata ai costi della kermesse: “Chi ci attacca sui numeri di Genova Jeans lo fa anche a sproposito, senza rendersi conto di ciò che dice o, peggio, facendolo in malafede. Per esempio il fondo di riserva del Comune di Genova si compone di due partite, una disponibile e un’altra intangibile perché destinata ad emergenze. In questo caso si è attinto, del tutto legittimamente, alla parte disponibile. Nulla è stato tolto al fondo di emergenza. Il Comune di Genova rientrerà dell’impegno economico attraverso la bigliettazione e le sponsorizzazioni”.

Secondo la giunta “Genova Jeans sarà un evento che porterà nella nostra città turisti, esperti del settore, grandi marchi della moda e possibili investitori consacrandoci come capitale del jeans nel mondo. In questo progetto hanno creduto investitori pubblici e privati, istituzioni e sponsor che hanno contribuito alla migliore riuscita dell’iniziativa: da ICE, Istituto Italiano del Commercio Estero a Diesel e Candiani, tra i marchi di punta del settore, tanto per citarne alcuni”.

“Siamo pronti a riappropriarci di un pezzo della nostra storia, a sviluppare un hub commerciale che riqualificherà Via del Campo, Via Pré e Via San Luca facendole diventare la Via del Jeans – conclude la giunta – La manifestazione lascerà alla città il museo del Jeans al Metellino, un edificio abbandonato da anni e ora restituito ai genovesi; e opere di grande rilievo che ci sono state donate da artisti di fama internazionale. L’Italia è il Paese famoso per grandi appuntamenti legati alla moda come Pitti a Firenze e la Fashion week a Milano: dobbiamo essere orgogliosi che, a questi eventi, si aggiunga da quest’anno Genova Jeans”

Più informazioni
leggi anche
sansa jeans
L'idea
Sansa lancia lo ‘sciopero dei jeans’: “Il comune ha preso i soldi dal fondo emergenze per finanziare l’evento”
Crivello
Polemica
Lista Crivello: “Genova Jeans, meschino è non poterne discutere con serenità”
francesca corso genova jeans
Detto popolare
Genova Jeans, Corso (Lega): “Critiche Pd? Sembra marito che si taglia il pene per dispetto alla moglie”