Quantcast
Prima di campionato

Genova contro Milano alla prima di Serie A: Samp e Genoa chiamate a ribaltare i pronostici

Gli ultimi cinque precedenti delle sfide del weekend lungo, l'analisi delle prime giornate di rossoblù e blucerchiati

Genova contro Milano

LANTERNA VS DUOMO

La sfida incrociata tra squadre genovesi e squadre milanesi arriva in piena estate, quando i due “popoli” sono spesso fianco a fianco sulle spiagge, nella migliore delle ipotesi. In quella peggiore, tutt’altro che remota, condividono le code in autostrada. In mezzo ai canonici sfottò su pizze bianche, odore del mare e nebbia, ci sarà anche modo di confrontarsi dal punto di vista calcistico. Non si assisterà a due blocchi schierati, in quanto risulta difficile pensare che l’avversione per il “foresto” possa prevalere sulla rivalità cittadina.

Immaginando un duello tra le due città, il confronto delle sfide delle ultime stagioni va come pronosticabile a favore dei lombardi. Parlando degli ultimi cinque precedenti al “Ferraris” contro il Milan, la Sampdoria ha perso lo scorso anno 2 a 1. Passivo più pesante nel luglio 2020, alla ripresa dopo la pandemia, con i blucerchiati sconfitti per 4 a 1. L’ultimo successo risale al marzo 2019 quando la squadra allenata da Marco Giampaolo si è imposta per 1 a 0. Un successo che ha fatto il paio con quello per 2 a 0 della stagione precedente. Il Milan la spunta nella gara statistica dei cinque precedenti grazie alla vittoria per uno a zero dell’annata 16/17.

Nessuno pareggio dunque quando Sampdoria e Milan si incontrano a Genova. Discorso analogo per le sfide tra Inter e Genoa a Marassi. Qui però, complice anche il fattore campo e un divario più marcato tra le due squadre, il confronto arride in maniera impietosa alla società meneghina. Quindici goal dei nerazzurri, zero dei rossoblù. Vittorie dell’Inter in fila dalla stagione 2016/17 alla scorsa con i seguenti punteggi: 2 a 0, 1 a 0, 5 a 0, 4 a 0 e 3 a 0.

PRIME GIORNATE DI PASSIONE

“Tanto, prima o poi, dobbiamo incontrarle tutte”. Stucchevole, ripetitiva, banale e abusata, è la frase regina che imperversa e distrugge qualsiasi ragionamento sui calendari. L’unico pregio che possiamo riconoscerle è che è vera.

Non che la disposizione delle partite sia il fattore principale che determina l’andamento della stagione. Tuttavia, cominciare sfidando nelle prime sei Milan, Inter, Napoli e Juventus (inframezzate dal Sassuolo alla seconda e dall’Empoli alla quarta) è probabile che non si riveli il massimo della vita, tanto più quando c’è un allenatore nuovo. Se i risultati rispecchiassero i valori delle squadre, la Samp si potrebbe trovare ad affrontare le partite seguenti con un discreto peso addosso. Per fortuna dei blucerchiati, nel calcio valori e statistiche devono sempre passare all’esame del rettangolo verde. Per contro, mettere in cascina punti pesanti contro queste corazzate (nel campionato italiano) potrebbe dare un grande slancio alla stagione.

Inizio da brividi anche per il Genoa, che dopo la trasferta milanese ospiterà il Napoli a Marassi. Le quattro giornate seguenti vedono i rossoblù opporsi a Cagliari (trasferta), Fiorentina (casa), Bologna (trasferta) e Verona (casa). Sembrano dunque esserci i presupposti per raccogliere punti e per spezzare il “loop” delle ultime stagioni, anche perché quest’anno non è possibile “far subentrare Ballardini”.

 

 

 

leggi anche
Genoa Vs Spezia
Confusione rossoblù
Serie A, per il Genoa esordio da incubo: a San Siro l’Inter cala il poker, 4-0 il risultato finale
Sampdoria Vs Alessandria
1ª giornata
Sampdoria, D’Aversa: “Domani per noi inizio in salita, serviranno coraggio e determinazione”