Quantcast
Vicinanza

Forza Italia ricorda Beppe Costa: giovedì l’incontro in video call

"Con grande spirito di squadra è stato in prima linea a dare manforte al partito nei gazebo per la raccolta firme sul referendum sulla Giustizia Giusta"

mascia beppe costa

Genova. La riunione dei Dipartimenti di Forza Italia Genova di giovedì prossimo 2 settembre 2021, alle ore 18, in videocall su Google Meet (codice rqo-mifb-eax) sarà dedicata a Giuseppe ‘Beppe’ Costa, già Capogruppo in Consiglio Comunale e Coordinatore ligure dei Seniores di Forza Italia, mancato il 9 agosto scorso.

“Ho già chiesto al Presidente del Consiglio Comunale di Genova di onorarne la memoria con un minuto di silenzio in apertura della prossima seduta in Sala Rossa” dichiara Mario Mascia, Capogruppo di Forza Italia a Palazzo Tursi e commissario genovese del partito “ma era impensabile, dopo la pausa agostana, riprendere la nostra attività e i nostri incontri settimanali di formazione senza un momento di condivisione sull’eredità umana e politica che Beppe ci ha lasciato” .

“Non riusciamo ancora a crederci” aggiunge Mascia “anche perché Beppe fino a fine luglio scorso, solo un mese fa, con grande spirito di squadra è stato in prima linea a dare manforte al partito nei gazebo per la raccolta firme sul referendum sulla Giustizia Giusta, da sempre propugnata dal Presidente Silvio Berlusconi; é stato al nostro fianco nella storica battaglia dei Seniores di Forza Italia, guidati da Enrico Pianetta, per la figura del Garante dei diritti degli Anziani, che Genova è stata la prima grande città d’Italia ad istituire, su nostra iniziativa, e che è stata già proposta anche a livello regionale dal nostro Capogruppo Claudio Muzio; é stato con noi durante le visite del Sottosegretario Giorgio Mulè, del Coordinatore Nazionale Antonio Tajani e del Ministro Mariastella Gelmini”.

“Vogliamo ricordare il suo esempio e la sua dedizione alla causa comune” conclude il Capogruppo azzurro “perché Beppe continuerà ad essere per tutti noi un punto di riferimento, anche da Lassù”.