Quantcast
Presidio

Ferragosto, la Guardia costiera della Liguria schiera 162 mezzi per la sicurezza in mare

Impegnati oltre 260 donne e uomini, si prevedono due intense giornate di lavoro

guardia costiera

Genova. Nel corso delle giornate del 14 e 15 agosto il comando regionale della Guardia costiera della Liguria rafforzerà i propri assetti – in acqua, nei porti e lungo il litorale – per garantire la massima prontezza operativa del dispositivo aeronavale dedicato alle attività di salvaguardia, finalizzate ad assicurare il soccorso in mare e nelle acque del Lago Maggiore, nonché offrire una diffusa presenza lungo la costa ligure.

Per l’occasione saranno schierati 162 mezzi della Guardia costiera – tra cui 2 elicotteri e 131 unità navali – che pattuglieranno un’area che si estende dal fiume Magra fino al confine di Stato (a Ventimiglia) e nelle acque del Lago Maggiore. A coadiuvare i comandanti degli uffici marittimi nelle due intense giornate di lavoro, ci saranno oltre 260 donne e uomini della Guardia costiera che saranno chiamati a monitorare in particolare il corretto esercizio delle attività diportistiche e balneari.

Il comandante regionale, l’ammiraglio Sergio Liardo, richiamando l’impegno profuso dalla Guardia costiera in questo fine settimana – che inevitabilmente segna il culmine della stagione estiva 2021 – nel corso della giornata di Ferragosto farà visita ad alcune capitanerie di porto della regione. Un presidio che in Liguria può contare su oltre 30 uffici, capillarmente distribuiti per offrire agli utenti del mare tutti i servizi dell’Autorità marittima e assicurare – senza alcuna soluzione di continuità nell’arco dell’intero anno – una rapida risposta a ogni emergenza che si verificasse in mare.

Una missione, quella del soccorso e della sicurezza in mare, che da sempre contraddistingue il corpo delle Capitanerie di porto ed è volta a garantire il regolare svolgimento delle attività ricreative e commerciali in mare e – al contempo – preservare l’ecosistema marino, come ben sintetizzato nel video istituzionale “Guardia costiera: la tua sicurezza in mare” in onda sulle principali emittenti nazionali).

Particolarmente intensa sarà anche l’attività di vigilanza nei porti: nel corso dei giorni 14 e 15 agosto si stima, infatti, che nei porti della Liguria transiteranno oltre 62.290 passeggeri e circa 58.400 veicoli in arrivo o partenza. Un flusso particolarmente inteso che vedrà i nostromi della Guardia costiera presidiare i punti di sbarco al fine di consentire il corretto deflusso del traffico veicolare all’interno delle aree portuali.

Si ricorda, infine, che per ogni emergenza è possibile raggiungere la Guardia costiera tramite il Numero Unico di Emergenza 112 oppure contattando il Numero blu 1530 riservato esclusivamente al soccorso in mare

Più informazioni