Quantcast
L'attacco

Diga Perfigli, Davide Grillo (M5s): “La politica dorme e i cittadini pagano”

"In merito alla Piana dell'Entella abbiamo assistito ad una sfilata di politici locali, alcuni che lottano da anni ed altri che si ricordano solo davanti alle telecamere"

davide grillo seggiun
Lavagna. “Purtroppo molto spesso, in politica, viene prima l’apparire che i contenuti e la politica nostrana non è esente. In merito alla Piana dell’Entella abbiamo assistito ad una sfilata di politici locali, alcuni che lottano da anni ed altri che si ricordano solo davanti alle telecamere”.
Queste le parole di Davide Grillo, referente Movimento 5 stelle Chiavari, in prima linea in questi giorni per fermare i cantieri per la costruzione della Diga Perfigli: “Prendiamo l’esempio di Chiavari, a manifestare Partecipattiva che, nel bene o nel male, si occupa di tematiche ambientali da tempo ed a prendersi i meriti l’avvocato Segalerba che, nonostante sia in consiglio metropolitano, ente appaltante non si è mai espresso in maniera decisa, Vorremmo ricordargli che il contrasto a quello che è ritenuto ingiusto si fa nelle sedi opportune e non davanti ad una tastiera o ad una telecamera”.
“Il movimento 5 stelle si è schierato da sempre contro l’opera ed ha presentato una  interrogazione parlamentare in questi giorni con l’onorevole Traversi ed una interrogazione all’Europarlamento con la Eurodeputata Beghin oltre alle innumerevoli proposte, mai prese in considerazione del consigliere comunale Daniele Di Martino – continua Grillo – Per la prima siamo in attesa di risposte la seconda invece è già stata valutata ed il risultato è che la Regione e Città Metropolitana sono in infrazione europea (pagano una multa con i soldi delle  nostre tasse) in quanto l’area dell’Entella è considerata zona speciale di conservazione (ZSC) ai sensi di un’altra direttiva, la “Habitat”. Ciò comporta che qualsiasi piano o progetto che verta su tale area deve avere opportuna valutazione dell’incidenza con obiettivo di conservare l’ambiente e non alterarlo. La politica dorme ed i cittadini pagano”