Quantcast
Esempio eroico

Affogò salvando una ragazza dalla furia delle onde: colleghi e familiari ricordano il maresciallo Ettore Carlà

Come ogni anno il momento di raccoglimento davanti alla sua tomba

Come ogni 22 agosto, con grande emozione, la Questura di Genova ha commemorato Ettore Carlá, maresciallo di pubblica sicurezza, morto il 22 agosto 1977 durante il salvataggio di una ragazza che stava affogando durante un bagno in mare.
Carlà, morto tra le onde, è stato poi successivamente insignito della medaglia d’oro al valor civile e ogni anno, in sua memoria, i colleghi insieme alla famiglia, si riuniscono davanti alla sua tomba per ricordare e onorare il suo esempio.
“Con sprezzo del rischio e noncurante della propria incolumità, si tuffava nelle agitate acque del mare in soccorso di una giovane che, in balia delle onde, invocava disperatamente aiuto. Avvicinatosi, dopo non poche difficoltà alla pericolante, riusciva a lanciarle un improvvisato salvagente consentendone il salvataggio, mentr’egli, stremato per lo sforzo, scompariva tra i flutti sacrificando la vita ai più nobili ideali di generoso altruismo e di grande umana solidarietà. Porto Cesareo (Lecce), 22 agosto 1977.”