Quantcast
Si cambia

Vaccino, il 31 luglio sarà l’ultimo giorno alla Fiera: cosa succede a chi deve fare il richiamo

Dal 2 agosto operativi i nuovi hub alla Sala Chiamata e al Teatro della Gioventù: ecco come funzioneranno

hub vaccino covid fiera

Genova. La data è segnata: sabato 31 luglio sarà l’ultimo giorno di lavoro per l’hub vaccinale allestito al padiglione blu della Fiera di Genova. A partire dal 2 agosto, o al più tardi dal giorno successivo, dovrebbero essere pienamente operativi i due centri che lo sostituiranno: quello della Asl 3 alla Sala Chiamata del porto in piazzale San Benigno (nulla a che fare con l’hub della Casa della Salute nelle torri Msc) e quello gestito dai privati al Teatro della Gioventù in via Cesarea.

Si chiude così un’esperienza avviata all’inizio di marzo con la presenza del commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo. In poche settimane quello della Fiera era diventato il principale hub della Liguria con una capacità potenziale di 5mila dosi al giorno. Per questi cinque mesi la Regione ha affrontato spese vive per meno di 280mila euro. Il padiglione, invece, era stato concesso a titolo gratuito dalla società Porto Antico. Che adesso, con due settimane di anticipo rispetto alla scadenza naturale del contratto con Alisa, si riprende quegli spazi per iniziare l’allestimento del Salone Nautico, edizione che sarà ancora più complicata per i lavori del Waterfront che interessano ormai tutta l’area fieristica.

Ma cosa accadrà a chi ha ricevuto la prima dose alla Fiera negli scorsi giorni e dovrà fare il richiamo? Dalla Asl rassicurano: arriverà un messaggio con l’avviso del cambio di location. In generale la logica sarà questa: chi si è vaccinato all’ambulatorio rosso, quello gestito dai privati, verrà indirizzato al Teatro della Gioventù in via Cesarea (da non confondere col mini hub di Confcommercio Salute che si trova sempre in via Cesarea, a pochi metri da via XX Settembre); chi invece ha usufruito dell’ambulatorio blu dovrà raggiungere la Sala Chiamata dove si trasferiranno gli operatori della sanità pubblica. Visto che le procedure del “trasloco” saranno abbastanza complesse è possibile che vengano assegnati altri punti di vaccinazione, ma in ogni caso – garantisce ancora l’azienda sanitaria – saranno comunicate per tempo.

Come funzioneranno i nuovi hub

Il nuovo hub della Asl 3 sarà nella grande sala di piazzale San Benigno, messa a disposizione gratuitamente dalla Culmv come spesso accade anche per eventi, incontri e assemblee di vario tipo. Nei giorni scorsi i dirigenti e i tecnici della Asl hanno compiuto i primi sopralluoghi e dalla prossima settimana inizierà l’allestimento vero e proprio con un totale previsto al momento di 13 box. Si tratterà di una soluzione provvisoria, in teoria non più di 3 mesi, in attesa di trovare uno spazio da convertire a centro polifunzionale permanente per i prossimi sei anni.

L’accesso pedonale e veicolare sarà possibile da via Milano attraverso la rampa all’altezza della caserma dei vigili del fuoco (via della Sanità). Ancora da definire quale area potrebbe essere usata come parcheggio. È allo studio un servizio navetta gestito da Amt in partenza dalla stazione della metropolitana di Dinegro. Per chi arriva coi mezzi pubblici da Ponente la fermata del 3 è situata proprio di fronte al Terminal Traghetti, a poche centinaia di metri.

teatro gioventù

L’entrata dell’hub allestito al Teatro della Gioventù in realtà non sarà da via Cesarea ma da via Ippolito d’Aste, sfruttando l’accesso sul retro. Qui verrà predisposta un’area per l’accettazione. L’entrata della sala è sopraelevata rispetto alla sede stradale, ma c’è un montascale. I lavori sono iniziati proprio in questi giorni: nella parte bassa della platea saranno smontate le poltrone e installati 10-12 box vaccinali, mentre nella parte superiore verranno mantenute alcune file di sedili per l’attesa e l’osservazione post-iniezione. Il percorso prevede poi l’uscita attraversando quello che sarebbe l’ingresso principale del teatro. Per consentire il parcheggio è in via di approfondimento una convenzione con Apcoa che gestisce quello di piazza della Vittoria. Questo centro non avrà una scadenza, almeno non a breve termine.

teatro gioventù

Alla fine la potenza di fuoco dovrebbe rimanere più o meno invariata rispetto ai ritmi delle ultime settimane, con gli stessi orari di apertura (8-18) e le stesse vaccinazioni giornaliere che dovrebbero aggirarsi sulle 1.200 per ciascuno dei due centri. Se tutto andrà come previsto, comunque, la terza fase della campagna vaccinale sarà meno accentrata e più territoriale, con una maggiore spinta su farmacie, mini hub di quartiere, medici di famiglia e pediatri. I grandi hub come quello della Fiera, insomma, dovrebbero finire nell’album dei ricordi.

Più informazioni
leggi anche
hub vaccino covid fiera
Svolta
Toti apre al vaccino senza prenotazione tutti i giorni. All’open night dosi per 2.100 genovesi
Generico luglio 2021
Successo
Vaccino, anche la seconda open night registra il pienone alla Fiera e a San Benigno
hub fiera del mare vaccinazione
Trasferimento
Vaccino, da agosto l’hub della Fiera trasloca e si sdoppia: Sala Chiamata e Teatro della Gioventù
seconda open night fiera e san benigno
Novità
Vaccino, dall’8 agosto all’hub di San Benigno una linea dedicata ai minorenni
seconda open night fiera e san benigno
Campagna
Vaccino Covid, effetto green pass: boom di prenotazioni e la Regione annuncia nuove open night
coda hub vaccini fiera genova
Info utili
Assalto alla Fiera per i richiami: ecco le date da rispettare per chi si è vaccinato agli open day