Sampdoria: guarda se hai in casa il ‘Jérémy Doku’ - Genova 24
Calciomercato blucerchiato

Sampdoria: guarda se hai in casa il ‘Jérémy Doku’

Se un 19enne spopola nella Nazionale belga, perché non può farlo in blucerchiato? Diamo spazio ai ragazzi di Felice Tufano

Sampdoria Vs Roma

Genova. Dopo averne dato la notizia ieri, ci associamo anche ai complimenti della Federclub ad Enrico Nicolini (destinato al allenare il prossimo anno l’Under 16 blucerchiata), orgogliosi di essere stati fra i tanti che da tempo propugnavano l’idea di dare la Sampdoria ai sampdoriani. Un grande in bocca il lupo, dunque al Netzer di Quezzi, spesso ospite nelle nostre dirette video…

C’è bisogno di gente che tramandi ai giovani l’attaccamento ai colori blucerchiati e nessuno può farlo meglio di chi la maglia più bella del mondo l’ha indossata e sudata, fin da bambino.

Ecco perché, se proprio si vuol trovare un neo a Ranieri (tutte le ‘belle donne’ ne hanno almeno uno), gli si può imputare quello di non aver osato lanciare in Serie A, nemmeno uno dei tanti virgulti che il bravo Tufano ha portato, all’ultima giornata di campionato, in vetta alla classifica della Primavera 1.

Non sarà stato di certo questo il motivo per cui giovani di buone prospettive come Antonis Siatounis ed Adam Obert si sono liberati a parametro zero (il greco si è accasato al Monza e lo slovacco al Cagliari), ma un contributo alla scelta può anche esserne derivato… Ora si tratta di non perderne altri, della nidiata di Felice Tufano (vedi lo spagnolo Gerard Yepes Laut, ma anche il para rigori bosniaco Petar Zovko, che alcune fonti già danno in orbita Spezia, stante i buoni rapporti di Pecini con il procuratore Basanovic).

L’auspicio è che il managment doriano, una volta stabilito d.s. e mister, riesca a trattenere almeno questi due giovani e di poterli dunque vedere nel ritiro estivo, assieme a Ivan Saio, Tommaso Aquino, Anthony Angileri, Emanuel Ercolano, Simone Giordano, MichaelBrentan, Simone Trimboli, Nik Prelec, Lorenzo Di Stefano… Possibile che ieri, chi ha visto Italia-Belgio, abbia dovuto strabuzzare gli occhi nel vedere le giocate del 19enne  Jérémy Doku (già 10 presenze nella Nazionale fiamminga), mentre nel ‘Bel Paese’ i giovani devono per forza ‘andare a farsi le ossa’ in Serie C, dove – stante la non proprietà del cartellino – finiscono per marcire in panchina?

Spazi ridotti è, ad esempio, capitato di trovarne a Sebastiano Esposito, mandato dall’Inter in prestito prima alla Spal e poi al Venezia… e che ora radiomercato dà in orbita Sampdoria, in caso di cessione di La Gumina alla Salernitana o al Parma.   Ma (scusate la ripetizione), non sarebbe meglio vedere se non abbiamo già in casa lo stesso tipo di giocatore (leggi Di Stefano).

Nella Nazionale Ceca, gioca invece il terzino Aleš Matějů, che viene dato in bilico tra Bologna e Sampdoria (ed altri team della Bundesliga, a dire il vero), qualora il giapponese Takehiro Tomiyasu lasciasse i felsinei e Siniša Mihajlović volesse colmare la lacuna con Bartosz Bereszyński.

Dato ormai per scontato l’approdo alla Samp di Faggiano e D’Aversa, i tam tam di mercato fanno a gara nel piazzare a Bogliasco i giocatori che già hanno lavorato con il d.s. salentino ed col tecnico nato a Stoccarda … è così ecco accostati al Doria, i nomi di Riccardo Gagliolo, Luigi Sepe, Roberto Inglese, Yann Karamoh, Andreas Corneluis e Jasmin Kurtić.

E naturalmente non manca l’elenco di chi dovrebbe percorrere in senso inverso l’autostrada della Cisa, per raggiungere Parma (il già citato Antonino La Gumina, il brasiliano Kaique Rocha, il franco/algerino/spagnolo Mehdi Léris, il norvegese Kristoffer Askildsen).

Chiudiamo con un paio di notizie su due ex, visto che ormai anche Regini, causa contratto scaduto, può essere considerato tale…  Vasco sembra aver raggiunto un’intesa con la Reggina, per cui è doveroso un ‘in bocca al lupo’ per la serietà dimostrata in tutti questi anni passati a Genova.

Un altro ex capitano che cambia maglia, è Nenad Krstičić, che lascia l’AEK Atene per tornare a giocare in Serbia, nella Stella Rossa di Belgrado.