Sampdoria: furia Ferrero contro il giornalista Renzo Parodi - Genova 24
Litigio "in diretta"

Sampdoria: furia Ferrero contro il giornalista Renzo Parodi

Durante la conferenza stampa di presentazione di Roberto D'Aversa un brutto fuori programma

Sampdoria Vs Napoli

Genova. Un fuori programma durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico blucerchiato Roberto D’Aversa. Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, notato tra i giornalisti in sala Renzo Parodi, professionista in pensione, ma ora collaboratore di calciomercato.com, ha cominciato a punzecchiarlo in merito al tema della possibile cessione della Società di cui Parodi si occupa da tempo.

Il giornalista, dopo aver posto una domanda a mister D’Aversa, si è sentito in dovere di replicare essendo chiamato in causa e ha fornito ulteriori dettagli sulla trattativa per la vendita della Sampdoria.

Ferrero si è alterato appellando Parodi con epiteti poco eleganti e fuori luogo sostenendo che “da anni Parodi dice falsità e si fa pubblicità sulla Sampdoria“. La situazione sembrava sfuggire di mano quando il presidente si è alzato dalla sua postazione per avvicinarsi al giornalista.

Dopo qualche momento di tensione, l’intervento di Marco Bisacchi, consigliere dell’unione stampa sportiva italiana per la Liguria, ha evitato che Parodi venisse allontanato dalla sala. Il giornalista ha preteso le scuse pubbliche da parte di Ferrero, che sono arrivate non solo nei confronti dell’interessato, ma anche di tutti i presenti.

La conferenza è proseguita senza altri scossoni.

L’Unione Stampa Sportiva Italiana e il Gruppo Ligure Giornalisti Sportivi hanno pubblicato una nota in cui “stigmatizzano con forza gli eccessi verbali del presidente della Sampdoria Massimo Ferrero nei confronti del collega Renzo Parodi, nel corso della presentazione dell’allenatore D’Aversa allo stadio Ferraris di Genova. Toni e parole inaccettabili che hanno fatto temere per qualche istante persino l’allontanamento del collega dalla sala stampa. Per fortuna la vicenda è subito rientrata (anche per l’immediato intervento del consigliere Ussi presente alla conferenza) e prendiamo positivamente atto delle scuse pubbliche di Ferrero e del successivo chiarimento a fine conferenza tra il presidente blucerchiato e lo stesso Parodi. Ci auguriamo naturalmente che questo episodio resti isolato e che – anche nel rispetto di opinioni e posizioni differenti – il rapporto e il confronto tra il presidente Massimo Ferrero e i colleghi giornalisti sia sempre sereno, corretto e rispettoso dei ruoli”.