Quantcast
OpportunitÀ

Promozione all’estero di marchi e certificazioni: in arrivo contributi a fondo perduto da parte del Ministero dello Sviluppo Economico

Approvata la disciplina che regola la concessione dell’agevolazione volta a sostenere la promozione all’estero di marchi collettivi e di certificazione

Generico luglio 2021

Il decreto emanato il 31 maggio 2021 dal Ministro dello Sviluppo Economico che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale in data 21 luglio 2021 sostituisce il precedente decreto del 15 gennaio 2020 regolamentando le modifiche ed integrazioni disposte dalla Legge di Bilancio 2021.

“Le novità più significative riguardano l’ampliamento della platea dei soggetti beneficiari- spiega Claudia Ghiso CEO di Incentiviitalia– andando ad aggiungere alle associazioni rappresentative delle categorie produttive i consorzi di tutela ed altri organismi di tipo associativo e cooperativo. Il Ministero dello Sviluppo Economico rende noto che i soggetti interessati potranno presentare domanda di contributo per la promozione all’estero di marchi collettivi o di certificazione registrati alla data di presentazione della domanda stessa”.

Ma quella dell’ampliamento dei soggetti beneficiari non è l’unica novità introdotta dal decreto: “ Le nuove disposizioni prevedono un incremento della dotazione finanziaria e dell’importo massimo erogabile- prosegue Claudia Ghiso- il precedente decreto, infatti, prevedeva una dotazione di 1 milione di euro aumentata dal nuovo provvedimento di ulteriori 1,5 milioni per arrivare a 2,5 milioni mentre l’ importo massimo erogabile per ciascun soggetto passa da 70 mila a 150 mila euro per anno”.

Ciascun beneficiario potrà ricevere un contributo a fondo perduto che andrà a coprire il 70% delle spese sostenute e fino ad un massimo di 150 mila euro per finanziare iniziative quali: partecipazione a fiere e saloni internazionali;
eventi collaterali alle manifestazioni fieristiche internazionali; incontri bilaterali con associazioni estere; seminari in Italia con operatori esteri e all’estero; azioni di comunicazione sul mercato estero, anche attraverso GDO e canali on-line; creazione di comunità virtuali a supporto del marchio.

“Siamo in attesa della pubblicazione delle modalità e dei termini per la presentazione delle domande di contributo che dovrebbe avvenire nei prossimi giorni “ conclude Claudia Ghiso” ma vista l’esperienza dei precedenti anni, abbiamo già iniziato a raccogliere dai nostri clienti quella che prevediamo essere la documentazione necessaria alla domanda. Incentiviitalia è a disposizioni di chiunque voglia conoscere maggiori dettagli su questa importante iniziativa attraverso un primo colloquio informativo gratuito”.

Più informazioni