Quantcast
Babele

Personale scolastico, quanti sono i vaccinati in Liguria? Ecco perché sui dati regna il caos

Secondo dati di Alisa il 75% è vaccinato con prima dose e il 65% a ciclo completo. Ma molti numeri non tornano

Generica

Genova. Solo due numeri per ora sembrano certi: sono 26.446 le unità di personale scolastico in Liguria vaccinate con almeno una dose e 23.122 coloro che hanno completato il ciclo. Sono questi gli ultimi dati aggiornati, forniti oggi dal presidente Giovanni Toti, che risultano dall’incrocio con gli elenchi forniti dal ministero tramite il sistema Tessera Sanitaria. Per il resto sulle cifre della scuola si può dire che siano ben più le discrepanze che le certezze. Nella nostra regione, ma non solo.

Come spesso accade i numeri assoluti hanno scarso significato se non vengono rapportati ad altre grandezze. Ed è qui che casca l’asino: a sette mesi dall’inizio della campagna vaccinale non è ancora chiaro quale sia la platea di riferimento del personale scolastico in Liguria.

Secondo il ministero dell’Istruzione, che ha comunicato il dato alla struttura commissariale, il settore conta esattamente 31.149 unità, lo stesso numero contenuto nei report del ministero della Salute. In base a questo totale, l’85% avrebbe ricevuto la prima dose e il 74% la seconda dose. Ma secondo Alisa la platea è più ampia e conta 35.310 unità, oltre 4mila in più: in questo modo i vaccinati con prima dose scenderebbero al 75% e quelli con ciclo completo al 65%.

“Il nostro dato – ha spiegato Toti intervistato oggi a SkyTg24 – tiene conto anche dei precari e degli insegnanti di sostegno”. Quello governativo, invece, deriverebbe dall’elenco del personale docente e non docente di ruolo come risultava all’Ufficio scolastico regionale al termine dell’ultimo anno scolastico.

Se la confusione fin qui non bastasse, giova ricordare che i numeri ufficiali forniti ogni settimana dal ministero della Salute sono radicalmente diversi. Nell’ultimo report (che risale però a quasi una settimana fa, il 23 luglio) su 31.149 unità ne risultavano 20.322 vaccinate almeno con una dose (il 65,24%) e 12.381 a ciclo completo (il 39,75%).

Ma come si spiega? “Il dato riportato dal ministero dell’Istruzione non è corretto – aveva spiegato nelle scorse ore Toti – Una parte dei soggetti appartenenti alla categoria, infatti, dopo che è stato vaccinato, o è stato registrato per fascia d’età o ha aderito ad un open day o è stato inserito tra gli allergici o ultrafragili, senza quindi dichiarare l’appartenenza alla categoria degli operatori scolastici“. Un macroscopico errore di calcolo, insomma, che riguarderebbe comunque tutte le regioni e non solo la Liguria, che nella classifica del personale immunizzato risultava ultima con parecchio distacco.

Nella stessa occasione, tra l’altro, il governatore aveva sottolineato che “più volte Alisa ha chiesto che venga aggiornato con la giusta percentuale, superiore all’80%” di vaccinati con prima dose. Ma questo risultato emerge se si considera la platea riconosciuta dal ministero della Salute e non quella calcolata da Alisa, che è più ampia e quindi rende più basse le percentuali. Numeri traballanti che, al di là dell’esercizio statistico, potrebbero diventare determinanti per sancire l’eventuale obbligo vaccinale in funzione dalla copertura.

Più informazioni
leggi anche
toti
Scuola
Vaccini tra gli operatori scolastici, Toti: “Il dato del Ministero non è aggiornato”
Generica
Il punto
Liguria ultima in Italia per personale scolastico immunizzato, i presidi: “Sì all’obbligo vaccinale”
Generica
Spiegazione
Vaccino Covid agli operatori scolastici, Toti: “Il 74% ha ricevuto almeno la prima dose”