Quantcast
L'interrogazione

Navi delle armi, il senatore Crucioli attacca Di Maio: “Favorisce la vendita all’Arabia Saudita”

Il senatore di L'Alternativa C'è punta il dito contro una direttiva che porterebbe la firma proprio del ministro del suo ex partito

navi armi

Roma. “Il senatore Mattia Crucioli, di L’Alternativa C’è, ha presentato un’interrogazione chiedendo al Governo di fornire chiarimenti al Parlamento su una direttiva del ministero degli Esteri che facilita l’acquisto di armi da guerra all’Arabia Saudita, in contrasto con le indicazioni del Parlamento. I fatti sono denunciati da un’agenzia Reuters del 6 luglio”. Lo annuncia un comunicato.

“Due giorni fa – dice il senatore Crucioli – ho rilanciato la denuncia del Collettivo Autonomo Lavoratori Portuali di Genova che si oppone al transito delle navi che trasportano armi verso teatri di guerra. Avevo promesso che avrei portato la loro voce in Senato e l’ho fatto con un intervento in aula e con l’interrogazione”.

“Ora vediamo se il governo risponderà – prosegue il senatore di L’Alternativa C’è – o, se come quasi sempre fino ad oggi, verrà meno ai propri doveri di fornire chiarimenti al Parlamento. Temo che nessuna risposta perverrà, perché il ministro degli Esteri Di Maio avrebbe facilitato l’acquisto di armi da guerra da parte dell’Arabia Saudita in contrasto con le indicazioni del Parlamento: la direttiva del Ministero degli esteri è, con ogni probabilità, il motivo per cui gli elicotteri da guerra (con su scritto “Dio vi benedica”) che porteranno morte in Yemen sono impunemente transitati dal porto di Genova”.

Più informazioni