Quantcast
Nettezza urbana

Migliore qualità dei rifiuti, a Rapallo la raccolta differenziata mantiene il 65%

Sulla percentuale di differenziata hanno anche inciso i risultati più che positivi della raccolta porta a porta nelle frazioni cittadine e l’aumento degli esercenti aderenti alla raccolta porta a porta dedicata alle utenze non domestiche

Generico luglio 2021

Rapallo. Secondo quanto emerge da una nota diffusa dal comune di Rapallo “la percentuale di raccolta differenziata sul territorio rapallese mantiene il 65%. I dati relativi a giugno 2021, in base al numero di utenti coinvolti e alle pesate dei materiali raccolti suddivisi per tipologia, attestano infatti la quota raggiunta”.

Si tratta di “un netto miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2019, quando, a parità di tonnellaggio dei materiali raccolti, la percentuale di differenziata era ferma al 55%”.

I responsabili Aprica, il gestore del servizio di pulizia sul territorio cittadino, spiegano che il motivo dell’incremento è da ricondurre a diversi fattori, legati ad una migliore qualità dei
rifiuti. Sulla percentuale di differenziata hanno anche inciso i risultati più che positivi della
raccolta porta a porta nelle frazioni cittadine e l’aumento degli esercenti aderenti alla raccolta porta a porta dedicata alle utenze non domestiche.

«Il 65% di raccolta differenziata è un risultato di cui siamo soddisfatti, significa che la strada
imboccata dall’amministrazione comunale è quella giusta – commenta il consigliere
incaricato alla Nettezza urbana, Andrea Rizzi – Continueremo a lavorare per migliorare
costantemente questo trend positivo anche grazie all’impegno di tutti. Rispetto allo stesso
periodo del 2019 abbiamo ridotto del 27% i rifiuti indifferenziati, un risultato che comporta
meno materiale conferito in discarica e di conseguenza meno costi per la collettività.

Ricordo infatti che non differenziare i rifiuti e inserire rifiuti non conformi nei contenitori di
carta, plastica, organico, comporta un danno economico e ambientale che ricade
direttamente sulla cittadinanza: se i rifiuti non sono differenziati correttamente, i costi di
smaltimento aumentano e diminuiscono, nel contempo, la qualità dell’ambiente in cui
viviamo e la possibilità di riciclare i materiali.

Insieme ad Aprica inoltre, stiamo continuando a lavorare per migliorare il servizio di pulizia della città, incrementare la frequenza del lavaggio dei marciapiedi anche fuori dal centro e potenziare il servizio di lavaggio dei cassonetti grandi e piccoli. Ricordo infine che per qualsiasi segnalazione, richiesta di informazione o ritiro di kit per le raccolte porta a porta è possibile recarsi presso l’infopoint Aprica di Piazza Venezia appena inaugurato».