Quantcast
Calcio & arbitri

Matteo Marcenaro alla Can: l’arbitro genovese verso la Serie A

Nuovi ruoli arbitrali, in vista della stagione 2021/2022: l'Aia ha annunciato oggi promozioni e dismissioni nazionali. Ecco tutti i liguri

arbitro di calcio

Genova. Matteo Marcenaro sbarca alla Can: l’arbitro genovese è stato infatti promosso dalla Can C dopo una brillante stagione. È questa la notizia principale in chiave ligure nei nuovi ruoli arbitrali, resi noti questa sera dall’Aia con un comunicato.

La promozione nel raggruppamento degli arbitri che dirigono gare di Serie A e Serie B non giunge inaspettata. Nel 2020/2021, nonostante la pandemia, Marcenaro ha non solo debuttato in Serie B, ma anche diretto la finale di ritorno dei playoff di Serie C, l’Alessandria – Padova che ha riportato i piemontesi in Serie B dopo decenni. Classe ’92, Marcenaro è arbitralmente cresciuto a Genova e si è sempre distinto nel corso della carriera, ricevendo anche l’ambito premio regionale Rosso, assegnato annualmente dalla sezione di Albenga.

Alla Can Marcenaro raggiunge gli altri liguri già presenti nelle massime categorie nazionali: il genovese Davide Ghersini e l’imperiese Davide Massa, tra gli arbitri, oltre a Stefano Alassio (Imperia), Davide Imperiale (Genova) e Christian Rossi (La Spezia) tra gli assistenti.

Le variazioni ai ruoli arbitrali sono state numericamente ridotte, anche perché molti campionati dilettantistici non hanno avuto modo di svolgersi con regolarità. Le decisioni dell’Aia hanno così coinvolto soprattutto le categorie nazionali. Genova perde due osservatori della Can C, con le dismissioni per limiti di permanenza di Roberto Cantatore e Roberto Zullo. Lascia la Can, sempre nel ruolo di osservatore, anche l’imperiese Luca Amoretti. Nel calcio a cinque, che ha visto una bella rivoluzione del settore arbitrale, lascia l’organo tecnico di più alto livello Matteo Gavazza, di Chiavari.

Ulteriori annunci dall’Aia sono attesi nei prossimi giorni; sabato saranno infatti comunicati i nuovi quadri nazionali. L’Aia ha scelto anche di promuovere alla memoria Daniele De Santis, l’arbitro della Can C ucciso insieme alla sua fidanzata a Lecce nel settembre del 2020.