Quantcast
Affari

Liguria immobiliare: ancora in calo i prezzi delle case in vendita, Genova perde l’1,6%

Per comprare casa servono in media 2.492 euro, lo 0,9% in meno del semestre precedente

Immobiliare

Liguria. Secondo l’Osservatorio di Immobiliare.it, in Liguria si registra un ulteriore calo per quel che riguarda i costi del residenziale nel primo semestre del 2021.

I prezzi richiesti per gli immobili residenziali in vendita si sono attestati a 2.492 euro al metro quadro, con un calo dello 0,9% rispetto al semestre precedente. Molto bene invece il mercato delle locazioni che segna un +3,5%.

Tutti i capoluoghi fanno registrare un segno più nei prezzi rispetto al semestre precedente – in particolare Imperia al +2,4% – con l’eccezione di Genova che perde invece l’1,6%. Male invece la provincia, ovunque con segno meno. Imperia e Savona le città più care, poco al di sotto dei 2.000 euro/mq (1.984 euro/mq e 1.922 euro/mq, rispettivamente).

In generale, date le diverse località di villeggiatura sparse nel territorio, la provincia è ben più costosa: si parte dai 2.432 euro/mq necessari per acquistare casa nei dintorni di La Spezia, fino ad arrivare ai 3.670 di Savona.

Per quanto riguarda le locazioni invece il costo medio, a livello regionale, sale a 8,8 euro al metro quadro, con un incremento del 3,5% rispetto al periodo luglio-dicembre 2020. In decisa controtendenza rispetto al mercato della vendita, Genova cresce del 2,6% mentre Imperia e La Spezia perdono il 2,5% e il 2,4% rispettivamente.

Tuttavia, gli aumenti più decisi negli affitti si registrano in provincia: +6,3% in quella di Savona, +5,5% a Genova e +4,6% a Imperia. Per quanti cercano una casa da affittare La Spezia è la città più cara, 8,3 euro/mq, mentre le province più costose sono quelle di Savona e Imperia, entrambe oltre gli 11 euro al metro quadro (11,8 e 11,3 euro/mq, rispettivamente).