Quantcast
Informazione Pubblicitaria

IncentivItalia

Grande attenzione

L’Europa sostiene le donne imprenditrici

Uno degli obiettivi della nuova programmazione 2021-2027 è quello di colmare il divario di genere nell’ecosistema dell’innovazione dell’UE

Generico luglio 2021

La Comunità Europea dimostra grande attenzione al tema del divario di genere e inserisce nella nuova programmazione 2021-20217 iniziative mirate a sostenere le donne imprenditrici con l’obiettivo di far crescere il numero di aziende guidate da donne con particolare attenzione a progetti innovativi.

“Attualmente è ancora grande il divario di genere tra gli imprenditori; purtroppo, nonostante il progresso e le varie iniziative a sostegno dell’imprenditoria femminile, c’è ancora molta diffidenza da parte dell’opinione pubblica riguardo ad aziende guidate da donne- ci racconta Claudia Ghiso CEO di Incentiviitalia- ho fondato la mia azienda tra mille difficoltà ed ho ricevuto parecchie porte in faccia che probabilmente sarebbero stati tappeti rossi se fossi stata un uomo; la mia perseveranza mi ha portato ad ottenere risultati insperati ma mi rendo conto che molte donne con capacità manageriali superiori alla media spesso rinuncino ai loro sogni perché giudicate non all’altezza solo perché appartenenti al “gentil sesso”.

Incentiviitalia rappresenta a pieno titolo un esempio di come un azienda fondata da una giovane donna possa imporsi sul mercato ed ottenere importanti risultati: “Ho avuto il coraggio di abbandonare il classico “posto fisso” per inseguire il sogno di avere una mia azienda; ho iniziato da sola in un piccolo ufficio e dopo 4 anni mi ritrovo a gestire un azienda con 20 dipendenti tutte donne; sono state molte in questi anni le iniziative promosse dalla commissione europea volte a colmare il divario di genere ma mai prima d’ora si era pensato ad un programma dedicato; -prosegue Claudia Ghiso- mi auguro che questa nuova programmazione 2021-2027 possa cancellare definitivamente il falso mito che l’imprenditore debba per forza essere uomo”.

La prima “call” è già stata pubblicata ed offrirà un contributo di 75.000€ oltre ad un servizio di mentoring e coaching attraverso un programma dedicato. “La mia azienda è a disposizione di tutte le donne che credono fortemente nel proprio progetto offrendo un primo colloquio informativo gratuito durante il quale si verrà effettuato uno studio di fattibilità per capire se la proposta possa essere oggetto di contributo da parte dell’Unione Europea.- conclude Claudia Ghiso- Il nostro team composto da europrogettisti e project manager si occuperà, in caso di progetti sostenibili, preparare la documentazione necessaria alla richiesta di contributo.