Quantcast
Giovanissimo

Ha ucciso un giovane a Roma, 19enne fugge a Genova ma ormai in trappola si costituisce

Il fatto di sangue venerdì scorso durante una rissa tra cittadini albanesi nella zona del "gasometro", nella capitale

carabinieri, manette

Genova. È stato arrestato a Genova il giovane considerato l’omicida del 26enne connazionale morto dopo aver ricevuto una coltellata alla schiena al gazometro, a Roma, nella giornata di venerdì. L’arrestato è un cittadino albanese del 2002, incensurato e munito di regolare permesso di soggiorno.

La lite era partita per motivi legati ad affari illeciti tra due cittadini albanesi, poi è sfociata in una rissa a quattro tra connazionali. Il 19enne, secondo la ricostruzione della Questura, è arrivato per ultimo sul luogo della lite, come quinto protagonista, dando la coltellata mortale.

Gli altri coinvolti sono stati bloccati nella zona di Orte, nel viterbese. Il presunto omicida era già scappato ma le forze dell’ordine gli hanno tagliato ogni via di fuga attraverso l’alert presso la polizia stradale, di frontiera, sia aerea che navale, e ferroviaria.

Vistosi accerchiato il giovane si è costituito nel pomeriggio di ieri presso i carabinieri di Genova che insieme alla squadra mobile di Genova e a quella di Roma hanno operato nei suoi confronti il fermo di indiziato di delitto per omicidio.