Quantcast
Il decreto

Green pass obbligatorio per ristoranti al chiuso, eventi, spettacoli e sport: le regole in vigore dal 6 agosto

Basterà al momento una sola dose di vaccino. Rinviate per ore le norme sui trasporti

green pass

Genova. Basterà una sola dose di vaccino, per ora per ottenere il green pass e in zona bianca avrà valore di 9 mesi. In alternativa servirà un certificato di guarigione nei precedenti sei mesi, oppure un test molecolare o antigenico o salivare nelle 48 ore precedenti con esito negativo.

E’ il compromesso trovato all’interno del Governo per venire incontro a quanti hanno il richiamo prenotato e non possono anticiparlo. L’obbligatorietà del green pass per accedere a una serie di servizi scatterà il 6 agosto. Al momento nessun certificato servirà per treni e aerei, ma è probabilmente che sul punto intervenga un nuovo decreto nelle prossime settimane. Il green pass servirà invece per partecipare ai concorsi pubblici.

Ecco dove servirà il green pass:

Ristoranti e bar
In zona bianca si dovrà presentare il green pass se si vuole andare al ristorante al chiuso e negli altri locali come bar, pub, pasticcerie e gelaterie al chiuso e sedersi al tavolo. Non sarà necessario per chi si siede all’aperto né per le consumazioni al bancone. I dipendenti dei luoghi di ristorazione dovranno avere il green pass e indossare la mascherina. Resta la regola delle 6 persone al massimo per i tavoli interni e l’obbligo di mascherina quando ci si alza dal tavolo. Nessun numero massimo invece per chi mangia all’aperto. Restano le regole che ormai conosciamo per le zone gialle (ristorazione aperta fino alle 18), arancioni e rosse (solo asporto)

Eventi e spettacoli
Il green pass sarà obbligatorio per cinema, spettacoli aperti al pubblico, musei, istituti e luoghi della cultura, mostre, sagre e fiere, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali, centri sociali e ricreativi limitatamente alle attività al chiuso, sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Sport e capienza di stadi e palazzetti
Sarà obbligatorio esibire il green pass per fare sport in piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive. Il decreto del governo prevede anche le capienze degli stadi e dei palazzetti dello sport nelle varie fasce di colore: in zona bianca, la capienza consentita non può essere superiore al 50 % di quella massima autorizzata all’aperto e al 30 % al chiuso. In zona gialla la capienza consentita non può essere superiore al 25 % di quella massima autorizzata e, comunque, il numero massimo di spettatori non può essere superiore a 2.500 per gli impianti all’aperto e a 1.000 per gli impianti al chiuso.

I parametri per il passaggio in zona gialla, arancione e rossa
Per rimanere in zona bianca l’incidenza settimanale dei contagi deve essere inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti per tre settimane consecutive. Se l’incidenza è superiore a 50 casi, il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 non deve superare il 15% e quello in terapia intensiva il 10%. Per rimanere in zona gialla l’incidenza settimanale dei contagi deve essere pari o superiore a 50 casi ogni 100.000 e inferiore a 150 casi ogni 100.000 abitanti. Se l’incidenza è superiore a 150 casi, il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 non deve superare il 30 % e quello dei posti letto in terapia intensiva il 20 %. Per rimanere in zona arancione l’incidenza settimanale dei contagi deve essere pari o superiore a 150 casi ogni 100.000 abitanti, a meno che non ci siano le condizioni dell’occupazione dei posti letto in area medica e in terapia intensiva delle altre zone. Si passa in zona rossa se «l’incidenza settimanale dei contagi è pari o superiore a 150 casi ogni 100.000 abitanti e il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 è superiore al 40 % e quello in terapia intensiva è superiore al 30%.

Il governo ha deciso di prorogare lo stato di emergenza fino al 31 dicembre 2021.

Più informazioni
leggi anche
Protesta Ristoranti #IoApro
Rassegnati
Green pass, gli esercenti: “Mesi di chiusure e restrizioni e ora ci toccano i controlli, sì ma come?”
Generica
Attacco
Green pass obbligatorio sul lavoro? Usb contro Confindustria: “Una scusa per licenziare”
aeroporto genova
Prossimo step
Green pass, dopo ristoranti e palestre si va verso l’obbligatorietà su treni, navi e aerei