Quantcast
Entroterra

Grande successo per la 13esima Expo Alta Val Trebbia, il ritorno in presenza dopo la pausa Covid

Sono due i weekend di appuntamenti. Boitano (Cambiamo): "Manifestazione importante per il territorio"

rovegno

Genova. Oggi pomeriggio, presso il Bosco della Gaia a Loco di Rovegno, ha preso il via la tredicesima edizione dell’Expo di Alta Val Trebbia, ritornato in presenza, dopo che l’anno passato si era svolto online, a causa della pandemia da covid 19.

La formula prevede due weekend di appuntamenti, quello attuale e il prossimo, con apertura degli stand prevista dalle ore 10 alle ore 21. Per la manifestazione sono stati previsti ingressi contingentati per un massimo di 3 mila spettatori in contemporanea, con aree all’aperto e spazi che consentiranno di poter vivere l’Expo nel totale rispetto delle normative anticovid.

L’evento, organizzato con la collaborazione del Parco Regionale dell’Antola, avrà come uno dei suoi obiettivi principali il rispetto dell’ambiente, cercando di promuovere e sensibilizzare il visitatore ad adottare uno stile di vita sostenibile e a impatto zero.

“Accogliamo con entusiasmo e grande gioia il ritorno di una manifestazione che nella sua ultima edizione si era potuta allestire, ma solamente in maniera virtuale. ha dichiarato Giovanni Boitano, consigliere regionale di Cambiamo! in Liguria – E risulta subito evidente come in realtà la possibilità di organizzare un evento di questo genere in presenza faccia la differenza. Oggi, infatti, nel pieno rispetto delle normative vigenti, tante persone, tra cui molti turisti, hanno deciso di venire a visitare l’Expo di Alta Val Trebbia, da anni kermesse fiore all’occhiello del nostro territorio dell’entroterra ligure”.

“La grande affluenza che abbiamo visto nella giornata di apertura sono certo che si confermerà per tutta la durata della manifestazione, comportando ricadute economiche di rilievo sul nostro territorio, oltre a rendere sempre più vivo un tessuto sociale che, senza dubbio, ha bisogno di portare avanti eventi come questo che sono ormai consolidati nel tempo. – conclude il consigliere arancione – Quest’anno le attività presentate sono molte e variegate, ma credo che il dato più importante sia la filosofia generale che anima l’Expo: la sostenibilità e il rispetto dell’ambiente sono valori fondamentali che vanno promossi e supportati con grande convinzione”