Quantcast
Episodi sfortunati

Genova perde con onore contro Nettuno per 6-5, decisivo il goal di Ietri ad un minuto dal termine

La squadra è una realtà solida all’interno della Serie A.

Genova Beach Soccer-Cagliari

San Benedetto del Tronto. Battaglia doveva essere e battaglia e stata, match tirato e concluso con la rimonta dei laziali nei minuti finali, che vincono (6-5) con la Genova Beach Soccer.

Primo tempo di marca genovese con la doppietta di uno scatenato Stefanzl e genovesi in vantaggio per 2-1.

Nel secondo tempo la squadra di mister Mango mette il turbo e con la doppietta di Cappannelli e l’eurogoal di Oliviero (nel mezzo il goal di Lauri per il Nettuno) portano la GBS sul 5-2.

A 2’ dal termine un fallo ingenuo a centrocampo regala un tiro libero agli avversari che con Poltronetti si portano sul 5-3.

Terzo tempo di sofferenza con la rimonta laziale ed il definitivo sorpasso a 1:20’ dalla fine.

A 5’ secondi dal termine da segnalare un salvataggio sulla riga di Capitan Cirilli su tiro a botta sicura di Cappannelli.

Questa sconfitta taglia definitivamente la GBS dalla lotta alla conquista per un posto alle finali scudetto, ma il segnale dato anche oggi dai ragazzi genovesi è forte, ormai la squadra è una realtà solida all’interno della Serie A.

Commento del direttore generale  Covotta: “Abbiamo disputato un’altra super partita, sul 5-2 potevamo e dovevamo gestire meglio il risultato, gli episodi ci hanno penalizzato, rimane il rammarico per aver perso 6 punti per strada, che pensandoci prima della tappa era utopia contro le 2 favorite Milano e Nettuno.

Adesso rimangono 2 partite fondamentali per piazzarci in classifica e poi possiamo pensare di programmare ancora al meglio la prossima stagione con un gruppo fantastico in campo e fuori.”

“Siamo stati puniti da episodi sfavorevoli – afferma mister Salvatore Mango – abbiamo giocato alla pari con squadroni come Milano e Nettuno, siamo matematicamente salvi  e quindi la Genova Beach Soccer giocherà, il prossimo anno, nuovamente la Serie A”.