Quantcast
Stallo

Ex Alcione, lavori pronti a ripartire: in arrivo box, appartamenti e spazi sociali fotogallery

Dopo quasi dieci anni di degrado e proteste, i cantieri dovrebbe tornare operativi

ex alcione

Genova. Un cantiere fermo da anni a causa del fallimento del primo appalto, l’attesa tra degrado e proteste, e poi la promessa di ripartire con i lavori. Il classico canovaccio alla ligure, che questa volta coinvolge un piccolo angolo quasi nascosto della val Bisagno ma con una storia molto vissuta: parliamo dell’ex teatro Alcione, alla cui demolizione ad oggi non è seguita nessuna ricostruzione.

Il piccolo teatro, inaugurato nel 1947 come Colosseo, un cine Teatro che negli anni ospitò spettacoli teatrali e poi coma Alcione concerti (tra cui la prima data italiana dei Genesis, nel 1970, i Deep Purple, la Pfm), per finire come uno dei più “conosciuti” palchi per l’intrattenimento erotico (li si esibì molte volte Moana Pozzi), dopo essere stato chiuso nei primi anni duemila, è stato definitivamente demolito nel 2010, per lasciare spazio al progetto sposato dai proprietari di costruire box e appartamenti e, in compensazione, alcuni spazi destinati al pubblico.

Ma dopo pochi anni il cantiere si è fermato, a causa di problemi finanziari della ditta appaltatrice, diventando un buco nero nel cuore del tessuto abitativo della Val Bisagno. Nel frattempo però il quartiere è andato avanti: il trasferimento della polizia locale in via Canevari si completa con il trasloco nella palazzina di fronte a Borgo Incrociati (l’ex Alcione era una delle ipotesi), mentre i residenti lamentano il continuo degrado, e la presenza di una grande gru sopra i tetti delle case.

Lo stallo però sembra essere in fase di sblocco: “A breve, entro l’anno, i cantieri dovrebbero ripartire – ha confermato il presidente del Municipio Massimo Ferrante – e visto che nel frattempo il municipio ha trovato una nuova sede alla polizia locale, nella quota prevista per il pubblico del progetto stiamo pensando a nuovi spazi legati alla socialità del quartiere”.

Dal comune arriva la conferma della riattivazione della pratica: “L’iter approvativo del progetto presentato per la realizzazione dell’opera, stando il precedente titolo edilizio scaduto, è in fase di conclusione – sottolinea l’assessore all’urbanistica Simonetta Cenci – Gli interessati hanno prodotto la documentazione mancante in materia di l. 10/91 nonché i conteggi richiesti dalla direzione Urbanistica ( entrambi gli uffici comunali preposti hanno già espresso il loro parere favorevole). In oggi siamo in attesa che l’operatore, dopo colloqui intercorsi con l’ufficio geologico, perfezioni la documentazione prevista dall’art. 14 del PUC”.

(Per le foto storiche del concerto dei Genesis: www.giusepperausa.it)