Euro 2020, dopo i festeggiamenti una quindicina di giovani al pronto soccorso tra contusioni , abuso di alcol e un'aggressione - Genova 24
Il bilancio

Euro 2020, dopo i festeggiamenti una quindicina di giovani al pronto soccorso tra contusioni , abuso di alcol e un’aggressione fotogallery

Un ragazzo colpito al volto, ne avrà per 30 giorni , ma bilancio tutto sommato positivo visto il numero di persone che si è riversato in strade e piazze anche con moto e auto

euro 2020 italia campione la festa a de ferrari

Genova. Un giovane colpito con un calcio in faccia, due ricoveri per abuso di sostanze alcoliche e altri sei per incidenti e traumi in qualche modo legati ai festeggiamenti di ieri per la vittoria degli Azzurri contro l’Inghilterra.

Lo rende noto il pronto soccorso dell’ospedale San Martino di Genova che specifica come si tratti nei casi dei traumi di prognosi comprese tra i 7 e i 30 giorni. Anche nel caso nell’aggressione la prognosi è di 30 giorni.

Gli accessi all’ospedale Galliera sono stati cinque in tutto: in tre casi si tratta di minorenni colpiti da intossicazione acuta da alcol “senza particolari conseguenze cliniche” spiega una nota dell’ospedale. Un paio di accessi sono stati conseguenza di politraumi leggeri.

Un bilancio tutto sommato molto positivo viste le migliaia di persone che si sono riversate in strada per i festeggiamenti post partita e hanno dato vita anche a numerosi e rumorosi caroselli di auto e moto per le vie del centro città.

Da segnalare anche l’episodio della ragazza di 18 anni palpeggiata in piazza da un 34enne

Più informazioni
leggi anche
Italia campione d'Europa, i tifosi in delirio a De Ferrari
La festa
Euro 2020, Italia campione: la gioia dei tifosi in delirio a De Ferrari
Finale Euro 2020, tifosi in massa a De Ferrari
"non usciamo di qua!"
Euro 2020, tifosi in massa a De Ferrari prima della partita: saltati i controlli, organizzazione in tilt
finale euro 2020 maxischermo de ferrari italia inghilterra
Curiosità
Le partite della Nazionale svuotano i pronto soccorso: niente pazienti durante gli ultimi match