Quantcast
Svolta

Erzelli, il progetto da 400 milioni decolla col Recovery: c’è anche il super ospedale del Ponente

Incontro Toti-Gelmini, sul piatto il trasferimento di ingegneria il nuovo Ircss a vocazione tecnologica. La ministra: "Sono lieta di supportare questa proposta"

Generico luglio 2021

Genova. Non solo il trasferimento di ingegneria agli Erzelli, ma anche un l0ospedale del Ponente e un nuovo Ircss unico in Italia: il presidente Giovanni Toti rilancia e chiede alla ministra per gli Affari regionali Mariastella Gelmini, in visita oggi a Genova, un intervento decisivo su un maxi progetto da 400 milioni di euro, finanziati anche nell’ambito del recovery fund, destinato a dare una spinta decisiva alla trasformazione del parco tecnologico. Progetto su cui c’è già un’intesa di massima col Governo.

“Quello che vorremmo da questo governo – ha detto Toti – è il coordinamento su uno sforzo cui teniamo particolarmente per la collina degli Erzelli, ovvero la creazione del primo Ircss carattere tecnologico che possa tenere insieme le eccellenze che si stanno già addensando in quell’area“. L’intenzione è quella di creare “per la prima volta un polo di ricerca trasversale rispetto alle tematiche sanitarie” insieme alla scuola politecnica dell’Università, il Center of Human Technologies dell’IIT, Esaote, Leonardo, Liugiria Digitale: “Un progetto ambizioso che raduni tutto ciò su cui Genova è all’avanguardia, simile allo Human Technopole” di Milano.

Già finanziato il primo lotto del trasferimento dell’ex facoltà di ingegneria, circa 85 milioni per i laboratori, per il secondo lotto servono altri 190 milioni al netto dei ribassi d’asta. Il super-finanziamento chiesto dalla Regione comprende anche un terzo dell’investimento necessario per il nuovo ospedale del Ponente (complessivamente 300 milioni) e altre singole voci legate alla ricerca tra cui il potenziamento delle centrali di calcolo di IIT, Leonardo e Liguria Digitale. “Molti di questi sono già previsti dal Pnrr su specifiche voci”, osserva Toti.

“Intendo sottoscrivere con ogni regione italiana a partire dalla Liguria un patto per la crescita e lo sviluppo legato al Pnrr – è la risposta della ministra Gelmini -. L’idea di un Ircss legato alla tecnologia credo sia un fatto positivo, un’innovazione assoluta, non abbiamo nessun Ircss con questa vocazione quindi sono lieta di supportare questa proposta e spero che possa essere il progetto bandiera di questa regione”.

L’ospedale degli Erzelli “sarà pubblico in ogni caso“, conferma Toti che mette definitivamente nel cassetto l’idea di una struttura privata dopo la gara andata deserta nel 2019. Il resto dei fondi dovrebbe arrivare da finanziamenti statali per l’edilizia sanitaria mentre i privati entrerebbero in fase di costruzione e gestirebbero in seguito le manutenzioni. “Come accade col Felettino – ha aggiunto il governatore – il partenariato riguarderebbe la costruzione ma la gestione sarebbe pubblica. Si tratta di un metodo di finanziamento dell’opera”.

“L’obiettivo – spiega Toti – è quello di poter raggiungere un accordo di programma con i diversi ministeri coinvolti su un progetto unitario, già in buona parte finanziato per le singole voci, ma che con il Pnrr potrebbe trovare una sintesi compiuta puntando sulla formazione di nuove competenze e la messa a sistema delle nostre eccellenze. Qui ci sono le infrastrutture, le competenze, la formazione scientifica, tecnologica e sanitaria, c’è la capacità delle imprese e i centri di ricerca: tutti fattori positivi che rientrano nelle direttrici e negli obiettivi del Recovery Fund”.

Più informazioni
leggi anche
università erzelli
Pressing
Ingegneria a Erzelli, la Regione chiede soldi nel Recovery Fund: “Progetto pronto a novembre”
erzelli ingegneria politecnico
La volta buona?
Il trasferimento di Ingegneria a Erzelli verso il commissariamento da parte del Governo
camion autoparco erzelli
Cautela
Erzelli, la Regione non acquista l’area per il nuovo ospedale: “Formula non ancora decisa”
Generica
Auspicio
Arrivati i primi 24,9 miliardi del recovery fund, Toti: “Si basi sui principi del modello Genova”
toti gelmini
Visita
La ministra Gelmini: “Grazie al green pass sul lavoro l’obbligo vaccinale non sarà necessario”