Quantcast
Ci siamo

Corso Italia, dal 2 agosto scatta la rivoluzione: addio a 80 cassonetti lungo la passeggiata

Coinvolte 62 attività commerciali, i rifiuti verranno raccolti tutti i giorni con un sistema porta a porta

cassonetti amiu corso italia lungomare

Genova. Partirà il 2 agosto la rivoluzione della raccolta rifiuti in corso Italia, un nuovo modello che presto potrebbe essere applicato su tutto il litorale genovese e in altre zone della città. Da quella data partirà il servizio porta a porta per le attività commerciali sul lato mare e contestualmente Amiu inizierà a rimuovere tutti i cassonetti iniziando da quelli del secco residuo per poi eliminare gradualmente anche le campane della raccolta differenziata. Nulla verrà modificato, invece, sul lato monte.

Nel progetto sono coinvolte esattamente 62 attività commerciali comprese tra Boccadasse e corso Marconi, di cui 14 stabilimenti balneari, 27 bar, 16 ristoranti, 2 gelaterie e 3 discoteche. Ciascun esercente è stato coinvolto direttamente per scegliere il numero e la dimensione dei contenitori più adatti alle singole esigenze. A partire dal 26 luglio saranno consegnati in tutto 58 contenitori del secco, 59 per le lattine, 47 per la carta, 61 per l’organico, 56 per il vetro.

A sparire saranno 16 postazioni stradali per un totale di 38 cassonetti del secco residuo (i più problematici anche per via dei miasmi durante l’estate), 14 contenitori per plastica e lattine e altrettanti per carta e vetro. Spazi che potranno essere recuperati per altre funzioni soprattutto in vista della nuova pista ciclabile strutturata che verrà realizzata a partire da quest’autunno.

Durante il periodo estivo (quest’anno agosto-settembre, ma dal 2022 si partirà a giugno) il ritiro di tutte le frazioni di materiale avverrà porta a porta tutti i giorni nella fascia oraria 7.00-11.00. Chi ha a disposizione spazi esterni lascerà lì i contenitori, altrimenti dovrà posizionarli sulla passeggiata. Da ottobre a maggio l’organico verrà ritirato tutti i giorni, il resto due volte alla settimana (il vetro solo una volta alla settimana).

L’obiettivo è duplice: da un lato eliminare un fattore di degrado in una zona di pregio, dall’altro incentivare la raccolta differenziata visto che questo tipo di attività è ritenuto tra i maggiori produttori di rifiuti indifferenziati. Se il nuovo modello funzionerà si potrà estendere. Favorevoli al momento le imprese coinvolte, anche se un primo bilancio si farà a fine estate.

leggi anche
cassonetti amiu corso italia lungomare
Rifiuti
Addio ai cassonetti sui lungomare di Genova, il progetto di Amiu parte da corso Italia
cassonetti amiu corso italia lungomare
Si cambia
Via i cassonetti sul lungomare di corso Italia, Campora: “Pronti a partire tra 15 giorni”