Quantcast
Lunedì 26 luglio

Caos autostrade, i pendolari chiedono più treni: Genova si prepara al Mobility Day

"La mobilità è un diritto, difenderla un dovere": le Associazioni Liguri dei Consumatori insieme ai Comitati Pendolari fanno propria l'esasperazione di lavoratori, cittadini e turisti

tir coda autostrada

Genova. “Mobility day”, la manifestazione di protesta di cittadini, turisti e utenti dei trasporti ferroviari e locali volta a finanziare il piano straordinario treni e in programma lunedì 26 giugno nel savonese, si terrà anche a Genova alle ore 18 sotto la Prefettura, in Largo Lanfranco.

“La mobilità è un diritto, difenderla un dovere” – così le Associazioni Liguri dei Consumatori insieme ai Comitati Pendolari, facendo propria l’esasperazione di lavoratori, cittadini e turisti che non hanno altra alternativa per muoversi che il trasporto ferroviario e il TPL, hanno indetto una giornata di mobilitazione per chiedere al Governo di approvare con effetto immediato il piano straordinario approntato da Regione Liguria e Trenitalia finalizzato a rispondere all’aumentata domanda di servizio derivante anche dalla gravissima situazione autostradale sia a ponente che a levante e lungo le direttrici dei valichi.

Come emerge dalla nota diffusa “le Associazioni Liguri dei Consumatori e i Comitati Pendolari invitano lavoratori, cittadini, turisti, operatori economici, amministratori locali e regionali, parlamentari ad unirsi nelle due manifestazioni che vengono indette per togliere la Liguria dall’isolamento”.

 

leggi anche
consegna treni nuovi
Protesta
“Subito più treni per la Liguria”, anche la Lista Sansa aderisce al mobility day