Quantcast
I numeri

Ansaldo energia, ricavi in crescita nel primo semestre 2021: più +74,7% sul 2020 e più +38% sul 2019

Il risultato netto è positivo per 11,1 milioni di euro.

turbina ansaldo energia

Genova. Ansaldo Energia chiude il primo semestre con ricavi a 678,6 milioni di euro, +74,7% rispetto allo stesso periodo del 2020, che era stato impattato dagli effetti della pandemia, superando tuttavia del +38% anche i livelli pre-crisi del 2019. L’Ebitda è a 56,6 milioni di euro, +95,9% rispetto ai primi sei mesi del 2020. Conseguiti inoltre ordini per 290 milioni di euro, mentre sono pari a 41 milioni gli investimenti. L’Ebit vale 5,6 milioni di euro.

Il risultato netto è positivo per 11,1 milioni di euro. “I dati del primo semestre, con il ritorno in utile e una robusta crescita dei ricavi, confermano che il 2021 è per noi l’anno del consolidamento”, spiega l’amministratore delegato di Ansaldo Energia, Giuseppe Marino. “Siamo chiamati a ricoprire un ruolo importante in questa fase di transizione energetica e l’azienda, con le sue tecnologie e le sue competenze, è in grado di contribuire agli obiettivi italiani ed europei della decarbonizzazione”.

Incrementano la propria performance, spiega l’azienda in un comunicato, tutte e tre le business unit: New Unit, Service e Nucleare. Migliora l’indebitamento finanziario netto, a 937 milioni di euro rispetto ai 981 milioni del primo semestre 2020. Migliora anche la leva finanziaria in termini di rapporto fra indebitamento netto ed Ebitda (entrambi rettificati): 3,9x a fine giugno rispetto a 4,5x di dicembre 2020.

“Quanto all’approvazione del primo bilancio di sostenibilità – spiega l’azienda in un comunicato – questa rappresenta un ulteriore passo nell’impegno della società su tali temi, nell’ambito di un percorso che porterà all’adozione di un piano pluriennale di sostenibilità. Tale piano sarà presentato in contemporanea alla pubblicazione del bilancio di sostenibilità relativo al 2021”.

Più informazioni