Quantcast
Interviste sotto l'ombrellone (2)

Angelo Baiardo, parola a Fabrizio Barsacchi: “Puntare sui giovani la chiave, l’exploit di Corci un orgoglio per noi”

Il direttore sportivo dei neroverdi è intervenuto in merito alla vittoria del Genoa Under 18 con un ex giocatore del settore giovanile dei genovesi protagonista

Fabrizio Barsacchi

Genova. Un lavoro di programmazione costante per favorire la crescita dei giovani talenti. È questo in estrema sintesi il motto in casa Angelo Baiardo, società genovese che, nonostante la mancata qualificazione alle fasi finali del campionato di Eccellenza, ha ben figurato nell’annata da poco terminata. È stato dunque svolto un ottimo lavoro da parte di Paglia con la prima squadra, questo però senza dimenticare l’attenzione dedicata al settore giovanile neroverde capace di sfornare talenti come quello di Jacopo Corci, portiere classe 2003 neo campione d’Italia con la maglia del Grifone Under 18.

Per raccontare qualcosa in più sulla cantera del Baiardo si è così concesso ai nostri microfoni Fabrizio Barsacchi, direttore sportivo dei genovesi che ha esordito dichiarando: “Bisogna lavorare sui giovani, noi come società abbiamo scelto di adottare questa linea e, dopo i 2003 presenti in prima squadra già quest’anno, la prossima stagione toccherà ai 2004.”

L’intervistato ha poi riflettuto sul come l’idea di calcio e il dare spazio ai ragazzi siano due cose distinte. Tuttavia questo fattore in Italia a volte non viene tenuto in considerazione ed è probabilmente a causa di ciò se spesso si fatica a dare fiducia ai giovani promettenti. Il Baiardo però secondo l’intervistato, relativamente a questo tema, sta lavorando bene. Barsacchi ha poi aggiunto: “La Liguria sta dimostrando quanto valgano i propri vivai, questo con le leve Under 17 e Under 18 del Genoa che non hanno deluso vincendo e convincendo fino a diventare vice-campione e campione d’Italia.”

Nella spedizione rossoblù targata Gennaro Ruotolo si è distinto come già anticipato anche Jacopo Corci, ragazzo partito proprio dal settore giovanile dell’Angelo Baiardo e adesso pronto a giocarsi le sue carte in una società professionistica. L’intervistato in merito a ciò ha dichiarato: “Jacopo è motivo di lustro per il nostro club, il suo exploit non ha fatto altro se non confermare quanto bene stia facendo la società in ottica crescita dei ragazzi.”

Infine non poteva mancare una domanda relativa alla sessione di mercato estiva. Il direttore sportivo neroverde ha così confermato la volontà di proseguire il rapporto con quasi la totalità dei componenti della rosa, questo ovviamente senza però rinunciare a qualche colpo per rafforzare ulteriormente l’organico. Sono andati sicuramente in questo senso gli acquisti dell’attaccante Michele Peirotti e del portiere Pietro D’Amora, il tutto senza dimenticare l’arrivo del campione di categoria Andrea Ruffino. Un acquisto quest’ultimo effettuato per sostituire l’infortunato Gianluca Briozzo, perno del centrocampo a disposizione di mister Paglia che tornerà però arruolabile probabilmente dal 2022.

Mentre le altre si muovono il Baiardo dunque aspetta e risponde, questo tuttavia senza dimenticare il rapporto speciale con la propria gioventù.

leggi anche
Peirotti e D'amora all'Angelo Baiardo
Sport
Angelo Baiardo, un innesto scuola Samp e uno scuola Genoa per il club di Cristina Erriu
Angelo Baiardo
Mercato nero verde
Baiardo che colpo: dal Ligorna arriva il centrocampista Andrea Ruffino