Quantcast
Informazione Pubblicitaria

IncentivItalia

Differenze di genere

Amazon sostiene l’imprenditoria femminile

Il colosso americano di Jeff Bezos mette a disposizione 500 mila euro per le aspiranti imprenditrici nel settore della logistica

Generico luglio 2021

Uno degli argomenti più discussi e delicati che contraddistinguono il periodo storico che stiamo vivendo è sicuramente quello del contrasto alle differenze di genere e la conseguente promozione delle pari opportunità; l’azienda statunitense, leader mondiale nel commercio online, ha sempre dimostrato particolare attenzione a questo importante tema promuovendo continuamente iniziative volte a favorire il lavoro femminile. Il fondo messo a disposizione ha lo scopo di dare l’opportunità alle aspiranti imprenditrici che hanno intenzione di operare nel settore della logistica di ottenere un contributo di 15.000€ per coprire i costi di avviamento oltre al pacchetto di agevolazioni e offerte esclusive riservate a chi entra a far parte del programma.

“Non è un caso se Jeff Bezos sia l’imprenditore più ricco ed affermato a livello planetario – spiega Claudia Ghiso, CEO di Incentiviitalia – la sua lungimiranza lo porta a sostenere iniziative che, da un lato fanno accrescere il tessuto economico dei territori interessati avendo un riscontro socio-economico molto positivo e dall’altro contribuiscono ad accrescere sempre più la sua posizione sul mercato”.

L’azienda precisa che per entrare a fare parte del delivery service partner di Amazon non è richiesta alcuna esperienza nella logistica e che “i candidati ideali – evidenzia la società – devono essere determinati, dotati di capacità di leadership e di un atteggiamento positivo capace di ispirare i propri dipendenti”.

“Purtroppo l’emergenza sanitaria ha colpito in maniera più pesante le lavoratrici; i dati raccolti ci raccontano che quasi 100.000 donne hanno perso il lavoro durante la pandemia- prosegue Claudia Ghiso- iniziative come quelle proposte dalla fondazione Amazon non possono che essere molto positive e mi auguro che il fondo messo a disposizione possa essere sfruttato al 100%”.

Ma il contributo offerto dal colosso americano non è solo economico: “Amazon offrirà supporto alle nuove imprenditrici affidando loro spedizioni, fornendo le più avanzate tecnologie per le consegne, offrendo formazione sul campo e garantendo agevolazioni su beni e servizi forniti da terzi quali veicoli, divise e coperture assicurative. Si stima – conclude Claudia Ghiso- che un’azienda di consegne, nell’ambito del delivery service partner di Amazon, possa raggiungere profitti tra i 60.000 e 140.000 € annui”.

In un settore in costante espansione come quello della logistica, iniziative come quelle promosse dall’azienda statunitense rappresentano sicuramente un ottimo viatico per rilanciare l’imprenditoria italiana soprattutto al femminile.